Paris Volpi racconta la storia del Club rossoblù “Panthers Bar Santa Lucia” nato nel 1978

Paris Volpi: “Ricordo in particolare l’organizzazione della trasferta della squadra all’hotel ristorante Postiglione di Collestrada in occasione della partita con l’Assisi dal 1984 al 1986

Il fantasista rossoblù Faustinella e mister Fiorindi con Francesco Bartolini socio del Club

GUBBIO – Sono passati più di 40 anni dalla nascita del club rossoblù “Panthers Bar Santa Lucia”. Nato nel 1978 in occasione della vittoria del campionato di Promozione regionale del Gubbio, approdato nell’allora “Interregionale”.

Il club era costituito da una trentina di soci, che autotassandosi (10.000 lire al mese) riuscivano a creare un fondo cassa che serviva per le varie attività del club: striscione allo stadio, organizzazione trasferte in pullman, cene alla squadra nei locali del bar, premiazioni ai giocatori a fine campionato ecc…

Ma oltre a quelle sopra citate, una in particolare era l’organizzazione della trasferta della squadra all’hotel ristorante “Postiglione di Collestrada. I “Panthers” offrivano questa trasferta all’intera comitiva rossoblù (giocatori, tecnici e dirigenti accompagnatori) in occasione della gara contro l’Assisi (approssimativamente nei campionati dal 1984 al 1986).

Il club “Panthers Santa Lucia” nato nel 1978

Nel tempo il club cambia nome, nel 1990 dopo la scomparsa del compianto Direttore Sportivo Mario Mancini, trasformandosi in “Club rossoblù Mario Mancini”, continuando l’attività sino al 2004, anno in cui chiude definitivamente il Bar Santa Lucia.

Nelle due foto del 1984, la squadra del Gubbio è ospite del Club per una cena nei locali del Bar. Nella seconda foto in alto da sinistra si riconoscono: Cerbella, Monacelli, Sannipoli, Francioni e la signora Marina, la moglie del gestore del Bar (Graziano).

Nella prima foto si riconoscono in basso da sinistra: Francesco Bartolini (socio del Club), il “fantasista” rossoblù Giancarlo Faustinella e l’allenatore Piero Fiorindi. Da notare la scritta sul dolce Forza con due “z”, magari per trasmettere più grinta alla squadra?

Paris Volpi – Fotografie archivio storico Paris Volpi

giovedì 6 giugno 2019 - 18:33|Articoli, Sport|