Primo tempo di grande equilibrio e prudenza, le due squadre non si scoprono. Il Gubbio subito vicino al gol al 5′ con Spina che di fronte a Perucchini non riesce a segnare, mentre al 20′ i padroni di casa colpiscono la traversa con un gran tiro da fuori di Simonetti. Al 22′ espulso il capitano Redolfi. 

Ancona-Gubbio Arena

Nella ripresa grande prova di carattere della squadra di Piero Braglia, che contiene gli avversari, e al 44′ sfrutta un errore in presa alta di Perucchini che si lascia sfuggire il pallone, segnando un “gol di rapina” con Lorenzo Di Stefano.  Alla fine è festa sotto la curva ospiti occupata dai tifosi eugubini giunti ad Ancona.

ANCONA – E’ una vittoria preziosissima ottenuta sul fil di lana, negli ultimi minuti, sfruttando anche un errore degli avversari che nel calcio ci può stare come in tutti gli sport.

Il Gubbio esce con i 3 punti dalla sfida contro l’Ancona, al termine di una partita in cui i rossoblu hanno sofferto e stretto i denti per l’inferiorità numerica dovuta all’espulsione del capitano Redolfi al 22′ del primo tempo. L’inferiorità numerica (poi pareggiata dall’espulsione di Mondonico) avrebbe potuto piegare le gambe ai rossoblu, ma così non è stato: il Gubbio ha atteso, si è difeso, e in “zona Cesarini” ha portato a casa la partita massimizzando l’errore degli avversari.

D’altronde Mister Braglia era venuto a giocarsi la partita a viso aperto schierando al “Conero” una formazione accorta ma d’attacco: in difesa confermando Portanova le cui prestazioni sono in crescendo, a centrocampo Bulevardi a dettare i tempi della manovra, in attacco Arena Vazquez Spina il tridente dal grande tasso tecnico.

I primi 45 minuti di gioco sono piuttosto equilibrati, anche se al 5′ minuto i rossoblu hanno subito una importante palla gol che non sfruttano: Spina di fronte a Perucchini non riesce a realizzare e l’azione sfuma. I padroni di casa rispondono al 20′ con Simonetti che calcia dalla grande distanza e colpisce la traversa.

Ancona-Gubbio 0-1 sotto la curva rossoblu

Al 22′ l’episodio chiave, Redolfi si fa espellere fermando Spagnoli lanciato a rete e costringe il Gubbio a giocare tutto il secondo tempo in inferiorità numerica. Il direttore di gara estrae direttamente il rosso. Al 29′ Vazquez suggerisce in area per Spina che calcia al volo ma la palla è alta. Capovolgimento di fronte, e grande parata di Di Gennaro su conclusione di Di Massimo. Il primo tempo termina 0-0.

Nella ripresa al 23′ l’Ancona realizza con Gatto, ma l’arbitro annulla la rete per un precedente fallo di mani di Spagnoli. La partita è equilibrata, il Gubbio stringe i denti e controlla la gara anche se in inferiorità numerica.

Al 44′, in “zona Cesarini“, i rossoblu passano in vantaggio con Lorenzo Di Stefano che calcia in rete dopo che la palla era sfuggita alla presa alta di Perucchini. L’azione era iniziata dal calcio d’angolo battuto da Arena e perfezionato dal cross in area di Francofonte.

Una grande prova di carattere dei rossoblu di Piero Braglia, sabato pomeriggio attesi al “Pietro Barbetti” dalla Virtus Entella, e successivamente impegnati in trasferta a Carrara.

Espulsione di Redolfi

Le formazioni

ANCONA (4-3-3) – Perucchini; Mezzoni, Mondonico, De Santis, Martina; Paolucci, Gatto (Capitano), Simonetti; Di Massimo, Spagnoli, Moretti. A disposizione: Piergiacomi, Vitali, Bianconi, Brogni, Barnabà, Fantoni, Prezioso, Lombardi, D’Eramo, Berardi, Mattioli. Allenatore: Gianluca Colavitto. 

GUBBIO (4-3-3) – Di Gennaro; Corsinelli, Redolfi (Capitano), Portanova, Bonini; Rosaia, Toscano, Arena; Spina, Bulevardi, Vazquez. A disposizione: Meneghetti, Semeraro, Signorini, Morelli, Tazzer, Francofonte, Vitale, Di Stefano, Artistico. Allenatore: Piero Braglia. 

-RIPRODUZIONE VIETATA-

Immagini video Pagina Instagram Cronaca Eugubina: https://www.instagram.com/cronaca_eugubina/

Simone Grilli – Fotografie Cronaca Eugubina