Venerdì sera c’era davvero tanto pubblico ad assistere alle partite di basket: il tifo che proveniva dal Circolo Tennis per la finale degli Open, si univa al tifo per il Torneo di Basket, per una grande serata eugubina di sport. Erano presenti anche i genitori di Giovanni. 

La locandina ufficiale

Il terreno di gioco è stato illuminato da potenti fari. Questo pomeriggio tardi le finali e le premiazioni. Oggi, sabato 16 luglio 2022, Giovanni Pierotti avrebbe compiuto 23 anni. 

GUBBIO – E’ iniziato venerdì sera a Gubbio, “Gara 9”, il mini torneo di basket organizzato dal Basket Gubbio 1973 in memoria di Giovanni Pierotti, il giovane eugubino morto in un incidente stradale accidentale mentre era in sella al suo scooter la notte tra il 22 e il 23 maggio scorso.

Per tenere vivo il suo ricordo, il Basket Gubbio ha organizzato il 15 e 16 luglio questo mini torneo aperto a tutti i maggiorenni in cui si affrontano squadre composte da tre giocatori ciascuna: il campo di gioco è diviso a metà così si disputano due partite contemporaneamente.

Si gioca all’aperto, sulla piattaforma in cemento di fronte all’Istituto Gattapone, illuminata dai fari. Venerdì sera c’era davvero tanto pubblico, e la serata è stata piacevole. Oggi pomeriggio tardi le finali e le premiazioni.

La data non è casuale perchè Giovanni Pierotti avrebbe compiuto 23 anni oggi sabato 16 luglio 2022. Da qui l’idea dei dirigenti, giocatori e amici del Basket Gubbio di ricordare il giovane eugubino vittima di una disgrazia, con un Torneo che prende il nome dalla maglia numero 9 che Giovanni era solito indossare nelle competizioni ufficiali.

La giornata di sabato 16 luglio

La giornata sportiva di oggi di “Gara 9” prevede che le prime 4 squadre di ogni girone, passano ai Quarti di finale, Semifinali e Finale che si svolgeranno a partire dalle ore 17.

Purtroppo il campo di basket all’aperto, di fronte all’Istituto Gattapone, non è dotato di pubblica illuminazione e non ha neppure una fontanella d’acqua.

Ma gli organizzatori fanno sapere che è loro intenzione rivolgersi alla Pubblica Amministrazione per avere nel prossimo futuro un campo regolamentare e dotato di illuminazione, in modo tale che sia sempre utilizzabile anche per finalità sociali e per eventi e manifestazioni a Gubbio.

Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina