Vigili del Fuoco e Polizia Locale non hanno avuto interventi di emergenza dovuti al gran caldo. I Vigili del Fuoco sono stati impegnati soprattutto nella bonifica di insetti e calabroni. Presenti in città alcune Famiglie di turisti stranieri. 

GUBBIO – Caldo torrido e siccità, con i torrenti cittadini Camignano e Cavarello in secca, e la Saonda ridotta ad un rigagnolo di acqua in alcuni punti stagnante.

In Piazza Quaranta Martiri alle ore 13 la temperatura ha superato i 36 gradi, con le poche persone presenti che hanno trovato riparo all’ombra dei Giardinetti pubblici e sotto le Legge. Vuoto il parcheggio a sbarra della Piazza, solo qualche famiglia di turisti stranieri in visita a Gubbio, li abbiamo visti arrivare e ripartire attorno all’ora del pranzo.

I Vigili del Fuoco non hanno effettuato interventi per incendi ma soltanto di bonifica insetti e calabroni. Nessun intervento neppure per malori dovuti al gran caldo. Anche la Polizia Locale conferma di non aver eseguito interventi di emergenza dovuti al caldo intenso.

Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina