Si tratta del Premio Euroferr per le stazioni ferroviarie di Umbria e Marche. Le stazioni/fermate, che sono inserite nel libro delle 100 stazioni, non sono viste come semplice luogo di transito, ma possono essere ben considerate porte d’ingresso a territori ricchi di significati valori storici, ambientali, archeologici e di ulteriore sviluppo di turismo.
La vice sindaco Alessia Tasso ha ricevuto il premio per la stazione di Fossato di Vico/Gubbio: la stazione/fermata è espressione di ulteriore crescita di cultura (luoghi d’incontro con biblioteche) e di attrazione per il territorio.

GUBBIO – Al teatro Talia di Gualdo Tadino è andato in scena il Premio Euroferr nell’ambito di “Una nuova primavera per le stazioni umbre e marchigiane”.

Durante la cerimonia sono stati consegnati i Diplomi d’Onore Euroferr ai Sindaci dei borghi e delle cittadine di: Deruta, Gualdo Tadino, Gubbio, Fossato di Vico, Nocera Umbra, Cerreto D’Esi, Pergola, Montecosaro, Morrovalle, Monte San Giusto, San Severino Marche, Urbisaglia, Camerino e Castel Raimondo.

Inoltre hanno ricevuto il Diploma D’Onore: il Comitato Mobilità Integrata Marche e l’Associazione Ferrovia Valle Metauro.

La platea del Teatro Talia, ed anche le due gallerie,  erano gremite da persone giunte dai vari luoghi che si affacciano davanti alle stazioni suddette. Le persone con i loro applausi, hanno anche voluto festeggiare la ferrovia come il “Principe” del mezzo di trasporto che è in grado di evitare stress, contribuendo in maniera significativa alla diminuzione di produzioni di emissioni inquinanti.

Vi è molta curiosità, in Italia ed in Europa, che sta suscitando questo Premio Euroferr. Le località sedi di stazioni/fermate ferroviarie e meritevoli del Premio Euroferr sono state selezionale, da AEC (Associazione Europea dei Ferrovieri), da ANFG (Ass. Nazionale Ferrovieri del Genio) e da UTP di Milano, ed iscritte nel libro delle 100 stazioni pubblicato nel web di AEC-Italia(http://www.aecitalia.org/ ).

Le stazioni/fermate, che sono inserite nel libro delle 100 stazioni, non sono viste come semplice luogo di transito, ma possono essere ben considerate porte d’ingresso a territori ricchi di significati valori storici, ambientali, archeologici e di ulteriore sviluppo di turismo.

Ideatore del Premio Euroferr è il Gen. Mario Pietrangeli dell’Associazione AEC-ITALIA. Sul palco del Teatro Talia era presente proprio il Gen. Mario Pietrangeli che ha consegnato i Diplomi D’Onore, ed anche Fabio Ceccato (Presidente dell’Associazione ANFG).

I Sindaci, che sono succeduti sul palco, dopo aver ricevuto il premio, hanno potuto esporre i piani di sviluppo del territorio da loro amministrato, partendo dall’idea di utilizzo della stazione/fermata come espressione di ulteriore crescita di cultura (luoghi d’incontro con biblioteche) e di attrazione per il territorio, assicurando il soddisfacimento dei bisogni anche puntando al risanamento, riqualificazione e riutilizzo delle stazioni dismesse e non più utilizzate, con risparmio del suolo ed evitando ulteriori costruzioni.

Comunicato stampa