La Famiglia Vagnarelli ringrazia sentitamente l’Ospedale comprensoriale di Branca, in particolare i Reparti di Chirurgia e di Rianimazione per tutto quello che hanno fatto per il Signor Giuseppe. 

Giuseppe Vagnarelli aveva 79 anni

Tutte le persone che lo hanno conosciuto, giovani e adulti, hanno sottolineato la sua grande umanità, sempre disponibile.
Ha legato la sua vita all’intuizione commerciale e imprenditoriale del Bar e della Sala da Ballo, storica location dei Vejoni dei Ceri e dove si sono esibite Orchestre di liscio di fama nazionale. 

GUBBIO – “Cipolleto perde un simbolo, una colonna portante, un uomo che ha rappresentato la vita della frazione attraverso le generazioni“.

Queste le parole con le quali, tante persone e amici di una vita, stanno ricordando in queste ore Giuseppe Vagnarelli, che si è spento nella giornata di mercoledì 1 dicembre all’età di 79 anni.

La Famiglia Vagnarelli a Gubbio, con il signor Giuseppe e ancora prima con Adolfo Vagnarelli, da oltre 60 anni ha legato il proprio nome e il lavoro al Bar e alla Sala da Ballo, storica location dei Vejoni dei Ceri e dove si sono esibite alcune tra le più importanti Orchestre di liscio italiane.

Tutti ricordano la straordinaria stagione del “New Life“, che ha segnato un’epoca a Gubbio, con il passaggio da Sala da Ballo alla sperimentazione della prima Discoteca moderna. Più recentemente, il “Crico’s” per un pubblico più adulto, dove si sono tenute tante serate legate all’Associazionismo, allo Sport, al volontariato, al mondo delle Scuole, con i figli Marco e Rosita in prima fila nel garantire continuità storica all’attività di Famiglia.

Ora la Sala da Ballo è chiusa per decisione della Famiglia Vagnarelli, ma è il figlio Marco a parlare di un “progetto nuovo” che potrebbe vedere la luce già nei prossimi anni nella storica location di Cipolleto.

Molti i giovani e gli adulti che hanno ricordato il Signor Giuseppe nei social, postando fotografie storiche e più recenti scattate all’interno del Bar o in occasione di serate importanti al “Crico’s” o legate alle Feste dei Ceri.

Il Gran Vejone dei Sangiorgiari 2020 al “Crico’s”

Un ragazzo di Cipolleto dice: “Per me era come un secondo Padre, gli ho voluto bene veramente, e il Bar è stato per tutti una seconda casa. 

Persona straordinaria con le sue storie, le sue massime, le sue mitiche battute, i suoi aneddoti sulle persone che ha conosciuto lavorando nella Sala da Ballo.

Milanista ma non troppo, era sempre il primo a chiederti se stavi bene e se andava tutto bene“.

Un uomo di Cipolleto dice: “Se volevi un caffè buono, dovevi andare dal Contino perché Peppe faceva il caffè più buono di Gubbio. Era anche un grande conoscitore delle carte, tanto che crediamo che sia stato lui a inventare il gioco del Tressette“.

Molti altri eugubini lo ricordano per le serate ceraiole passate prima al “Life” e poi al “Crico’s”. Nell’archivio dei Vejoni dei Ceri legati al Carnevale, il signor Giuseppe rimarrà per sempre il “padrone di casa“.

I funerali di Giuseppe Vagnarelli si terranno venerdì mattina 3 dicembre 2021, alle ore 10, presso la Chiesa parrocchiale di Cipolleto.

Francesco Caparrucci Fotografie su gentile concessione della Famiglia Vagnarelli