Nel primo tempo è decisiva la punizione di Ragatzu deviata in porta da Lella. La partita è sostanzialmente equilibrata, ma l’Olbia gioca su ritmi più elevati. Nella ripresa entrano Mangni e Spalluto per D’Amico e Francofonte. Entra anche Migliorini per Aurelio. Negli ultimi venti minuti di gioco cresce la pressione del Gubbio, che si fa pericoloso con Oukhadda e Mangni ma resiste il vantaggio iniziale degli isolani

GUBBIO – Una sfida inedita, nella quale il Gubbio ritrova Ragatzu, all’epoca della serie B giovane promessa del calcio italiano, e oggi esperto punto di forza della formazione sarda che gioca da trequartista.

E’ stata una settimana di cordoglio e di ricordi per tutti i tifosi rossoblu, con la scomparsa dello storico Presidente professor Giuseppe Vispi, che guidò il Gubbio in serie C2 passando per l’indimenticato spareggio di Perugia contro il Poggibonsi.

Per la partita odierna (domenica 3 ottobre)  al “Bruno Nespoli” di Olbia, Mister Torrente schiera una formazione con Signorini inamovibile al centro della difesa, centrocampo inedito con Francofonte Cittadino e Sainza-Maza, in attacco Arena Sarao D’Amico.

La partita 

I padroni di casa sono subito pericolosi al 3′ con la traversa colpita da Ragatzu, poi si accende una mischia in area di rigore rossoblu, e l’azione sfuma. Il Gubbio risponde all’8′ con una conclusione a lato di Aurelio. Al 21′ il colpo di testa di Brignani è di poco a lato.

La temperatura è molto elevata, e al 26′ l’arbitro ferma il gioco per un cooling break. Al 32′ Oukhadda commette un fallo su Rgatzu, dal calcio di punizione scaturisce il vantaggio dell’Olbia, con la deviazione di testa di Nunzio Lella. I primi 45′ minuti di gioco terminano qui, con i padroni di casa che si sono imposti con ritmi di gioco più alti.

Nella ripresa la partita è sempre molto equilibrata, grande protagonista per l’Olbia è Ragatzu per i cui piedi passano tutte le azioni importanti dei padroni di casa. Mister Torrente sostituisce D’Amico con Mangni. Al 70′ c’è il secondo coolin break della partita di un minuto.

Entra anche Spalluto per Francofonte. Il Gubbio attacca alla ricerca del pareggio, al 78′ il tiro di Oukhadda è fuori. Ci prova anche Mangni, para Ciocci. Ora i rossoblu meriterebbero il pareggio. Ci sono ancora 5 minuti di gioco di recupero: entra Aurelio per Migliorini, ma la partita finisce 1-0 per i padroni di casa.

Il Gubbio esce forse immeritatamente sconfitto dal “Bruno Nespoli” di Olbia, si tratta per i rossoblu della prima sconfitta in Campionato dopo 6 risultati utili consecutivi. Sabato al “Pietro Barbetti” arriva il Pontedera.

Formazioni e tabellino

OLBIA (4-3-1-2): Ciocci; Arboleda, Brignani, Emerson, Travaglini; Lella, Chierico, Palesi; Ragatzu; Udoh, Mancini. A disposizione: Van Der Want, Barone, Renault, Pinna S., Scanu, Pinna G., Biancu, Giandonato, Occhioni, Boccia, De Marcus, La RosaAllenatore: Canzi

GUBBIO (4-3-3): Ghidotti; Oukhadda, Signorini, Redolfi, Aurelio; Francofonte, Cittadino, Sainz Maza; Arena, Sarao, D’Amico. A disposizione: Meneghetti, Elisei, Formiconi, Bonini, Lamanna, Migliorelli, Migliorini, Spalluto, Mangni. Allenatore: Torrente

Reti: 34′ primo tempo Lella (Olbia).

Francesco Caparrucci Fotografie Cronaca Eugubina