Il primo tempo si apre subito con il vantaggio rossoblu al 7′ con Alessandro Arena, che dribbla l’avversario in area di rigore e batte Di Gennaro sul primo palo. Ospiti che pareggiano al 37′ con Luca Clemenza. Al 44′ esce Malaccari per infortunio, al suo posto Aurelio. 

Vincenzo Torrente

Nella ripresa il Gubbio trova di nuovo il vantaggio al 18′ con Cittadino su calcio di rigore, per il fallo di Rizzo su Arena. Ma al 33′ Clemenza mette a segno la doppietta di serata e riporta la partita in parità
Come al solito abbiamo cercato a caldo di interpretare e riassumere l’umore dei tifosi eugubini e questa è la frase che tutti ci hanno ripetuto: “Saremo protagonisti del Campionato

GUBBIO – Serata di grande calcio al “Pietro Barbetti“, con l’anticipo in notturna Gubbio-Pescara, che promette spettacolo visto la caratura tecnica e agonistica delle due squadre.

Il Pescara guida la classifica di Serie C girone B con 11 punti insieme a Reggiana e Cesena, i rossoblu di Mister Torrente, vera rivelazione di questo Campionato, inseguono a 9 punti con la Virtus Entella sconfitta 3-1 in casa due sabati fa.

E’ tornato un grande entusiasmo in città e un grande pubblico sugli spalti, dove sono presenti sicuramente più di mille tifosi, con una nutrita rappresentanza anche da Pescara. L’ultimo precedente è datato serie B nel 2012, con il Pescara di Zeman che vinse 2-0 con le reti di Sansovini e Insigne. Una partita spettacolare giocata in uno stadio gremito.

Per questa partita Mister Torrente schiera la migliore formazione possibile, con Signorini al centro della difesa, la conferma del centrocampo a tre con Malaccari Cittadino e Bulevardi, in attacco Arena Sarao e Sainz-Maza a fare da tornante.

Gubbio-Pescara, una fase di gioco

La partita 

I primi 45′ iniziano subito con il gol rossoblu al 7′ grazie al pregevole gesto tecnico di Alessandro Arena, che con una finta disorienta il difensore ospite, e con un preciso rasoterra in area di rigore infila imparabilmente Di Gennaro sul primo palo.

Il Gubbio è padrone della partita e si fa ancora pericoloso con Arena e Bulevardi, i rossoblu giocano sulle ali dell’entusiasmo, spinti da un pubblico eccezionale che ha accolto le squadre all’ingresso in campo con i fuochi di artificio.

Il Pescara si fa pericoloso soltanto al 28′ con un tiro di Marilungo a lato. Ora la partita è più equilibrata, e gli ospiti pareggiano al 37′ con Luca Clemenza, che sulla respinta corta di Ghidotti realizza la rete del pareggio.

Al 44′ il Gubbio perde il capitano Nicola Malaccari per infortunio, sostituito da Aurelio. Nel primo tempo è 1-1 tra rossoblu e biancoazzurri.

Squadre in campo nella ripresa con gli stessi effettivi del primo tempo. Al 10′ Gubbio di nuovo pericoloso con la combinazione Cittadino Arena, il cui tiro termina a lato. Tre minuti dopo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il colpo di testa di Migliorini termina di pochissimo a lato.

Al 16′ calcio di rigore per il Gubbio, per effetto del fallo di Rizzo su Arena, grande protagonista della partita. Dagli undici metri realizza Andrea Cittadino per il nuovo vantaggio rossoblu. I rossoblu dominano la partita. Ma al 29′ Diambo con un tiro potente dalla distanza impegna Ghidotti, che riesce a deviare.

Al 33′ il Pescara pareggia grazie alla doppietta di Luca Clemenza, che dalla grande distanza batte imparabilmente Ghidotti. Ora la partita si è capovolta, gli ospiti spingono per vincerla, i rossoblu si difendono. Vengono concessi 4 minuti di recupero, ma non succede altro: è 2-2 tra Gubbio e Pescara.

Al termine della partita c’è entusiasmo ma anche amaro in bocca, per una vittoria che sfuma dopo una partita dominata dai rossoblu. Come al solito abbiamo cercato a caldo di interpretare e riassumere l’umore dei tifosi eugubini e questa è la frase che tutti ci hanno ripetuto: “Saremo protagonisti del Campionato“.

Tanti tifosi rossoblu in curva

Formazioni e tabellino 

GUBBIO (4-3-3): Ghidotti; Oukhadda, Signorini, Migliorini, Redolfi; Malaccari, Cittadino, Bulevardi; Arena, Sarao, Sainz Maza.

A disposizione: Elisei, Meneghetti, Formiconi, Aurelio, Bonini,, Migliorelli, Lamanna, Francofonte, D’Amico, Spalluto. Allenatore: Torrente

PESCARA (4-4-2): Di Gennaro; Illanes, Drudi, Frascatore; Cancellotti, Rizzo, Memushaj, Rasi; Clemenza, De Marchi, Marilungo.

A disposizione: Sorrentino, Radaelli, Zappella, Veroli, Nzita, Diambo, Sanogo, Valdifiori, Galano, D’Ursi, Rauti, Ferrari. Allenatore: Auteri

RETI: 7′ primo tempo Arena (Gubbio), 37′ Clemenza (Pescara). Nella ripresa al 18′ Cittadino (Gubbio), al 33′ Clemenza (Pescara)

Francesco Caparrucci Fotografie Cronaca Eugubina