La Raccolta differenziata è stata allargata alle frazioni più lontane dal capoluogo. Il servizio ora anche a Belvedere, Camporeggiano e Burano. Notevoli gli sforzi gestionali ed economici. Il gestore del servizio ha messo a disposizione grandi professionalità,

Cronaca Eugubina n.219 “Le ferie a Gubbio della Famiglia Rossi”

Tari tra le più basse dell’Umbria, investiti oltre 2milioni di euro. La vice Sindaco: “Il servizio impiega circa 1.500.000 di euro del bilancio comunale, e circa 800.000 euro per lo smaltimento dell’Rsu

GUBBIO – Una grande spinta verso il recupero di tutti i rifiuti e la lotta agli abbandoni abusivi, pratica molto diffusa nel nostro territorio fino a poco tempo fa.

Ma anche e soprattutto implementazione della raccolta differenziata e diffusione capillare della stessa su tutto il territorio comunale, oggi anche nelle frazioni più distanti di Belvedere, Burano e Camporeggiano.

Stretta sinergia tra Amministrazione comunale e il gestore del servizio, che ha messo in campo mezzi, uomini e competenze di elevato profilo professionale.

Di tutto questo abbiamo parlato con la vice sindaco e assessore all’ambiente Alessia Tasso, che si dice orgogliosa di aver partecipato e contribuito ad un “importante cambiamento culturale”.

Vice sindaco Tasso, le chiediamo di fare il punto della situazione generale sulla raccolta differenziata a Gubbio e nelle frazioni. C’è soddisfazione, e dove si può ulteriormente intervenire?

La raccolta differenziata è cresciuta moltissimo in questi anni, ed insieme ad essa la cultura e sensibilità ambientale dei cittadini di tutte le età. In questo momento il servizio del porta a porta copre il centro storico e tutte le frazioni più grandi. È stata recentemente introdotta la raccolta differenziata anche nelle frazioni più distanti, come Belvedere, Burano e Camporeggiano.

Credo che oggi ci sia la piena consapevolezza di ciò che abbiamo messo in campo per migliorare il servizio e, insieme a questo, la qualità della vita nella nostra città.

Tutti i numeri del servizio

Un gesto di grande civiltà che, anche se ha comportato notevoli sforzi sia economici che gestionali, ci sta oggi ripagando con i risultati che abbiamo via via ottenuto e continuiamo ad ottenere.

Il gestore del servizio, ci ha fornito un prezioso aiuto in questo processo, mettendo a disposizione la sua grande esperienza e professionalità, doti necessarie per sostenere un’Amministrazione in procedimenti così delicati“.

In ogni caso, continuano scarichi abusivi e situazioni di emergenza soprattutto nelle campagne. È solo degrado, o si tratta anche di un fattore culturale?

Il tema dei rifiuti abbandonati rappresenta prima di tutto un atteggiamento che va con forza condannato. Anche se ora questo fenomeno è sempre più confinato ad alcune batterie specifiche e riconducibile ad alcuni periodi particolari dell’anno, come quello estivo con la piena attività di agriturismi e case vacanza, è un tema del quale ci stiamo occupando.

Gli svuotamenti in alcuni casi avvengono tutti i giorni della settimana, i controlli sono molto approfonditi e questi, anche con il fondamentale supporto delle fototrappole, ci hanno permesso di identificare soggetti provenienti anche da altri comuni.

Nel corso di questo anno e dei successivi ci occuperemo di modificare il servizio per risolvere definitivamente la situazione“.

Alessia Tasso (Foto Cronaca Eugubina)

Quanto ha investito negli anni fino ad oggi il Comune di Gubbio per la raccolta differenziata?

Il processo che ha portato agli ampliamenti del servizio è stato graduale. Ogni anno abbiamo investito le risorse provenienti dal risparmio derivante degli anni precedenti.

Questo meccanismo ha permesso di mantenere la Tari tra le più basse dei comuni umbri, ma con un livello di servizi crescente anno dopo anno. Il servizio impiega circa 1.500.000 di euro del bilancio comunale, e circa 800.000 euro per lo smaltimento dell’Rsu“.

Qual è il risultato raggiunto che rivendica con maggior orgoglio?

La cosa che più mi rende orgogliosa è aver visto e partecipato ad un importante cambiamento culturale. Ogni volta che vedo o sento una persona che si indigna per un comportamento sbagliato sento di aver fatto un buon lavoro“.

Alessia Tasso all’Isola ecologica di Via Venata

Questione rifiuti e css, Gubbio città del turismo e ripresa economica, come si concilieranno a suo avviso questi temi nei prossimi mesi?

Il tema è molto delicato, come del resto lo è qualunque argomento in cui ci sono molti aspetti da tenere in equilibrio e da considerare.

Io credo che la scelta di autorizzare l’utilizzo del CSS come combustibile nelle cementerie sarebbe sbagliata sotto vari profili.

La stessa Regione si è espressa verso un procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale. Questo tavolo ci da garanzia che tutti gli interessi in campo verranno adeguatamente considerati e tutelati“.

Francesco Caparrucci