Al Mausoleo dei Quaranta Martiri, il Cappellano dei Ceri don Mirko Orsini, ha detto: “Preghiamo il Signore, che ha posto Sant’Ubaldo quale esempio luminoso della nostra Chiesa eugubina a sostegno della nostra fede“. Alcuni eugubini, in omaggio a questo giorno così importante per la comunità locale, sono venuti vestiti da ceraioli 

Stirati al Cimitero di Gubbio

GUBBIO – Entra nel vivo oggi (sabato 15 Maggio) il programma dell’Omaggio a Sant’Ubaldo 2021 con gli appuntamenti religiosi della mattina al Cimitero centrale e al Mausoleo dei Quaranta Martiri, cui faranno seguito quelli pomeridiani con la benedizione con la reliquia del Vescovo Monsignor Luciano Paolucci Bedini in Piazza Grande alle ore 17.

All’insegna della massima sobrietà la cerimonia istituzionale e religiosa che si è tenuta alle ore 8:30 al Cimitero di Gubbio in memoria di tutti i ceraioli e degli eugubini defunti. C’erano alcune decine di persone presenti, tra cui il Capodieci degli anni ’90 di San Giorgio Coldagelli, vestito da ceraiolo in omaggio a questo giorno così importante anche se privo della Festa a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Il Cappellano dei Ceri, don Mirko Orsini, ha impartito la benedizione, con il sindaco Filippo Stirati che si è intrattenuto in un minuto di raccoglimento di fronte la corona di fiori con i colori dei Ceri. Il trombettiere Marco ha suonato il silenzio.

Don Mirko Orsini e il Sindaco Stirati al Mausoleo

Il programma dell’Omaggio a Sant’Ubaldo è proseguito al Mausoleo dei Quaranta Martiri, con don Mirko Orsini che detto: “Preghiamo il Signore, che ha posto Sant’Ubaldo quale esempio luminoso della nostra Chiesa eugubina a sostegno della nostra fede“.

Il trombettiere Marco Tasso ha suonato il silenzio, con il sindaco Filippo Stirati che ha osservato un minuto di raccoglimento di fronte l’altare interno del Mausoleo, alla presenza della Presidente dell’Associazione Famiglie dei Quaranta Martiri Paola Tomarelli, e dei familiari dei Quaranta Martiri.

Alcuni cittadini eugubini, in omaggio a questo giorno così importante per la comunità locale, si sono vestiti da ceraioli. Alcuni li abbiamo visti anche in Piazza Quaranta Martiri durante la mattinata.

Da segnalare anche due scosse di terremoto a Gubbio, la prima di magnitudo 4 alle ore 9:56, la seconda poco dopo molto più lieve.

Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina