Partita tattica ed equilibrata, con le due squadre che si equivalgono: da segnalare un’occasione per parte con Malaccari e Cheddira a metà tempo. Nella ripresa Pellegrini e Fedato provano a sbloccare la partita con azioni personali, gli ospiti rispondono con il tiro di Guccione di poco a lato. Il Gubbio trova 1 punto dopo tre sconfitte consecutive

GUBBIO – E’ una partita decisiva per i play off, una sorta di spareggio tra Gubbio e Mantova. I rossoblu arrivano a questo appuntamento con la necessità di fare punti, visto che nelle ultime tre partite sono arrivate sconfitte contro Cesena, Carpi e Padova.

Le formazioni 

GUBBIO (4-3-3): Zamarion, Formiconi, Uggè, Signorini, Ferrini, Megelaitis, Malaccari, Pasquato, Sainz Maza, Pellegrini, Gomez. A disposizione: Elisei, Savelloni, Milgiorelli, Sdaigui, Serena, De Silvestro, Hamlili, Cinaglia, Munoz, Oukhadda, Fedato, Ingrosso. Allenatore: Vincenzo Torrente 

MANTOVA (4-4-2-): Tosi, Bianchi, Zanandrea, Checchi, Zibert, Guccione, Saveljevs, Mazza, Panizzi, Cheddira, Di Molfetta. A disposizione: Tozzo, Bertolotti, Silvestro, Ganz, Palmiero, Sane, Esposito, Pinton, Milillo, Moreo.
Allenatore: Emanuele Troise

Arbitra il Signor Michele Di Cairano della Sezione di Ariano Irpino.

La partita 

Si gioca inizialmente sotto una fitta pioggerella, la partita è subito molto equilibrata. La prima vera occasione degna di nota arriva al 25′ con il tiro potente del capitano rossoblu Malaccari che sfiora il palo sinistro della porta difesa da Tosi. Risponde subito il Mantova con la conclusione di Cheddira dall’interno dell’area di rigore, alta sopra la traversa.

E’ una fiammata della partita, che torna subito equilibrata con le due formazioni molto attente a non scoprirsi. Sul finire di tempo c’è un tiro potente di Pellegrini con Tosi che para a terra. Il primo tempo finisce 0-0 senza grandi occasioni da gol.

La ripresa inizia sulla stessa lunghezza d’onda del primo tempo. Le due squadre si equivalgono. Al 21′ c’è una percussione offensiva di Pellegrini neutralizzata dall’intervento difensivo di Zibert.

Iniziano le sostituzioni: per gli ospiti entrano sul terreno di gioco Pinton e Ganz, per i rossoblu Fedato, che al 38′ prova una giocata di grande tecnica che però non gli riesce, una sforbiciata ma il pallone è colpito male e l’azione sfuma.

Al 41′ ci prova Guccione, con un gran tiro dalla distanza che termina a lato. Dopo tre minuti di recupero arriva il fischio finale, al “Pietro Barbetti” è 0-0, un pareggio che serve a poco in ottica play off. Saranno decisive ora le ultime due partite contro Imolese e Fano.

Le statistiche 

Questo il cammino dei rossoblu nel Girone di ritorno: sconfitta a Modena e contro la Sambenedettese in casa, vittoria esterna sul campo dell’Arezzo, sconfitta interna contro il Sudtirol.

Rinviata Cesena-Gubbio, pareggio casalingo contro la Fermana 1-1, a Legnago importantissima vittoria 1-2 in trasferta, pareggio interno 1-1 contro la Vis Pesaro, e 0-0 a Trieste in trasferta, vittoria contro il Ravenna 3-1 e vittoria esterna a Verona 0-1 contro la Virtus.

Storica vittoria al “Pietro Barbetti” contro il Perugia 3-2 nel derby umbro, a Salò sconfitta di misura 1-0 contro la Feralpi, vittoria casalinga contro il Matelica 3-0, sconfitta a Cesena 2-1. Al “Pietro Barbetti” 0-4 a favore del Carpi, a Padova in casa della capolista sconfitta di misura 1-0. Oggi 0-0 casalingo contro il Mantova.

In 17 partite disputate nel Girone di ritorno, i rossoblu hanno collezionato 22 punti su 51 disponibili, frutto di 6 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte. Il cammino dei ragazzi di Torrente prosegue domenica 25 aprile a Imola contro l’Imolese.

Francesco CaparrucciFotografie di repertorio Simone Grilli