Code e rallentamenti in prossimità delle rotatorie e all’latezza dell’Ufficio Postale. Questa mattina (mercoledì 7 aprile) dalle ore 8 alle ore 8:30 abbiamo contato lungo Via Leonardo da Vinci transitare 23 mezzi pesanti, unitamente ad altri mezzi commerciali più piccoli e al traffico ordinario delle automobili e dei servizi pubblici

GUBBIO – Sono iniziati martedì 6 aprile i lavori sulla statale 219 Pian d’Assino nel tratto di Gubbio città, quello compreso tra gli svincoli di Gubbio Nord/Fano  e Viale Paruccini/Scheggia, con Anas che ha investito complessivamente 13 milioni di euro per il rifacimento del manto stradale di tutto il tratto in variante della SS 219.

Si tratta di importanti lavori di riqualificazione del manto stradale, con il miglioramento degli strati di fondazione fino a 60 cm di profondità e la realizzazione di un nuovo piano viabile sull’intera piattaforma stradale della Pian d’Assino, il cui completamento è previsto per il 30 aprile.

Nonostante Anas abbia dato precise indicazioni ai mezzi pesanti per percorsi alternativi volti ad evitare la formazione di criticità lungo la viabilità a Gubbio, in questi giorni Via Leonardo da Vinci sta sopportando un’intensa mole di traffico sia di automobili che di mezzi pesanti che creano a volte code e rallentamenti.

Il tratto di Via Leonardo da Vinci dove si registrano le maggiori criticità, è quello all’altezza dell’Ufficio postale per la presenza soprattutto la mattina di molti cittadini che usufruiscono dei servizi di Poste Italiane, con automobili parcheggiate a bordo strada talvolta anche in divieto di sosta.

Questa mattina (mercoledì 7 aprile) dalle ore 8 alle ore 8:30 abbiamo contato lungo Via Leonardo da Vinci transitare 23 mezzi pesanti, unitamente ad altri mezzi commerciali più piccoli e al traffico ordinario delle automobili e dei servizi pubblici.

Si tratta di un problema di stretta attualità, visto che lungo Via Leonardo da Vinci ci sono importanti servizi medici, attività commerciali, luoghi ricreativi, impianti sportivi, e in considerazione del fatto che in un secondo momento i lavori proseguiranno da Gubbio in direzione di Padule per il completamento del rifacimento di tutta la cosiddetta “variante cittadina“.

Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina