Primo tempo a ritmi ridotti. Ripresa vivace con tre gol tutti molto belli e frutto di individualità tecniche: al 13′ il vantaggio del Cesena con Munari, al 29′ il raddoppio di Russini. Ma il Gubbio c’è e al 31′ la partita è subito riaperta dalla splendida rete di Gomez. Forcing finale ma la rimonta rossoblu non riesce

GUBBIO – Partita importantissima oggi (mercoledì 31 marzo), per i rossoblu di Mister Torrente, che al “Dino Manuzzi” di Cesena cercano il definitivo aggancio ai play off contro una diretta concorrente, la squadra bianconera di Mister Viali.

Il palcoscenico è da serie A, e per l’occasione Vincenzo Torrente non fa calcoli strategici e schiera a nostro modo di vedere una formazione concreta e offensiva, con un centrocampo robusto formato da Malaccari Megelaitis e Hamlili, e l’attacco con Sainz Maza Pellegrini e Gomez, data l’indisponibilità momentanea di Pasquato.

Le formazioni

CESENA (4-4-2): Nardi; Zappella, Gonnelli, Ricci, Longo; Steffè, Petermann, Collocolo, Munari; Sorrentino, Bortolussi. A disposizione: Fabbri, Venturini, Caturano, Russini, Ciofi, Favale, Tonetto, Vallocchia, Capellini, Lepri. Allenatore: William Viali

GUBBIO (4-3-3): Zamarion; Formiconi, Uggè, Signorini, Ferrini; Malaccari, Megelaitis, Hamlili; Sainz-Maza; Pellegrini, Gomez. A disposizione: Cucchietti, Savelloni, Sdaigui, Serena, De Silvestro, Sorbelli, Cinaglia, Oukhadda, Fedato, IngrossoAllenatore: Vincenzo Torrente

Arbitra il signor Daniele Virgilio di Trapani.

La partita 

La partita inizia con ritmi blandi, ma è davvero molto caldo oggi a Cesena. Da segnalare al 5′ la conclusione centrale di Munari parata senza problemi da Zamarion. Al 27′ risponde Sainz Maza, ma anche la sua conclusione è centrale, e non crea problemi a Nardi. Nel finale di tempo ci prova Pellegrini di testa, ma l’azione non si concretizza.

La ripresa è più vivace, con al 13′ il gol del vantaggio dei padroni di casa di Davide Munari, che dalla distanza insacca sotto la traversa dove Zamarion non può arrivare. Il Cesena si ripete, infatti al 29′ è Simone Russini che al termine di una bella azione personale, deposita la palla in rete con un pallonetto.

Ma i rossoblu di Mister Torrente reagiscono subito, e al 31′ Juanito Gomez con un capolavoro di tecnica individuale su assist di De Silvestro accorcia le distanze. Cinque minuti di recupero, i padroni di casa si difendono, il Gubbio attacca con il solito forcing finale.

Finisce 2-1 per i padroni di casa questo importante scontro play off, che hanno giocato una partita di sostanza, mentre il Gubbio è parso per larghi tratti dell’incontro padrone del gioco e del campo: la differenza alla fine l’hanno fatta due gol di pregevole valore tecnico realizzati dal Cesena.

Statistiche 

Questo il cammino dei rossoblu nel Girone di ritorno: sconfitta a Modena e contro la Sambenedettese in casa, vittoria esterna sul campo dell’Arezzo, sconfitta interna contro il Sudtirol.

Rinviata Cesena-Gubbio, pareggio casalingo contro la Fermana 1-1, a Legnago importantissima vittoria 1-2 in trasferta, pareggio interno 1-1 contro la Vis Pesaro, e 0-0 a Trieste in trasferta, vittoria contro il Ravenna 3-1 e vittoria esterna a Verona 0-1 contro la Virtus.

Storica vittoria al “Pietro Barbetti” contro il Perugia 3-2 nel derby umbro, a Salò sconfitta di misura 1-0 contro la Feralpi, vittoria casalinga contro il Matelica 3-0, e sconfitta a Cesena oggi 2-1.

In 14 partite disputate: i rossoblu hanno collezionato 21 punti su 42 disponibili, frutto di 6 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte. Il cammino dei ragazzi di Torrente prosegue sabato al “Pietro Barbetti” contro il Carpi.

Francesco Caparrucci