E’ importante mantenere un’alimentazione equilibrata: no allo spreco. La Biologa Nutrizionista eugubina: “Dopo pranzo una bella camminata all’aria aperta rispettando l’anti contagio

GUBBIO – Mantenere un’alimentazione sana a Pasqua senza rinunciare alla tradizione è possibile? Con qualche piccolo accorgimento, si. Vediamo come con alcuni consigli si può affrontare e vivere in serenità questa Pasqua, senza troppe rinunce e sacrifici, e allo stesso tempo mantenendo un’alimentazione equilibrata con un occhio di riguardo sempre allo spreco.

Alimentazione mediterranea

Sicuramente non sarà la solita Pasqua ma le tavole saranno sicuramente piene di cibo. Prima cosa fondamentale anche nelle giornate di festa è sempre importante e utile cercare di rispettare comunque un’alimentazione di tipo mediterraneo, in quanto la più bilanciata nelle quantità dei nutrienti: in poche parole, anche durante il pranzo pasquale assumere cereali, proteine (a scelta tra animali e vegetali) e soprattutto, sempre in abbondanza le verdure, facciamo un piccolo sforzo perché sono fondamentali per molti motivi: oltre a vitamine e nutrienti, forniscono la fibra che limita l’assorbimento di zuccheri e grassi nel sangue e ci rende sazi.

Gustare a pieno ogni piatto

È facile lasciarsi prendere la mano quando si mangia in compagnia, bisogna quindi, cercare di limitarsi nelle porzioni, assaggiando e gustando a pieno ogni piatto.

Il concetto base è quello di seguire la tradizione si, ma consapevolmente. Evitiamo inutili digiuni che porteranno solo al pasto successivo con molta più fame e di conseguenza a mangiare di più. Moderiamo quindi i piatti molto grassi, se mangiamo un primo di pasta, evitiamo poi il pane e le patate, evitiamo di aggiungere condimenti troppo grassi e sale, utilizza invece spezie per dare sapore ai tuoi piatti.

Cioccolata al latte o fondente?

E i dolci? Non è Pasqua senza la classica colomba o l’uovo di cioccolato. Si possono mangiare entrambe nelle giuste quantità e meglio lontano dai pasti principali. Quale uovo tra cioccolata al latte e cioccolata fondente? In termini calorici c’è poca differenza, entrambi hanno suppergiù le stesse chilocalorie ma la differenza sta nel contenuto di antiossidanti presenti in maggior quantità nel cioccolato fondente.

Limitare bibite gassate

Altra regola fondamentale è quella di limitare bibite gasate, zuccherate o alcoliche, aumentando invece il consumo di acqua, questa regola andrebbe sempre applicata e sarebbe utile educare i più piccoli a limitare il consumo di bibite zuccherate.

Una bella passeggiata

Ultima, ma forse la più importante delle regole, è fare movimento. Dopo pranzo approfittiamo per fare una bella camminata all’aria aperta. Le festività pasquali, infatti, non sono solo occasione per mangiare e stare in compagnia ma può diventare, visto che siamo entrati in primavera, un momento per fare una bella passeggiata sempre nel rispetto delle norme anti contagio.

Dott.ssa Ilaria TopazioBiologa Nutrizionista