Il residuo bellico potrebbe essere stato dissotterrato dagli animali allevati all’interno del recinto. Si attende l’arrivo degli artificieri per la sua rimozione. La zona è impervia e del tutto inaccessibile, in ogni caso è vietato avvicinarsi. Da racconti popolari raccolti in zona, sembra che queste creste pre-appenniniche della zona sud ovest del Comune di Gubbio siano state teatro di bombardamenti tedeschi e alleati durante la Seconda Guerra Mondiale 

GUBBIO – Una piccola bomba aerea tedesca della Seconda Guerra Mondiale, è stata ritrovata da un cittadino eugubino 60enne in una zona impervia in aperta campagna tra Pisciano e Palazzo Scagliae nella zona sud ovest del Comune di Gubbio.

La scoperta del tutto casuale risale alla giornata di venerdì 5 marzo, quando il residuo bellico è stato notato in una zona sassosa all’interno di un recinto per l’allevamento di selvaggina a scopo alimentare. L’ordigno è stato segnalato alle Autorità competenti, e subito c’è stato il sopralluogo dei Carabinieri di Gubbio e Vigili del Fuoco.

La zona impervia dov’è stata ritrovata la piccola bomba è stata transennata con nastro rosso, è vietato avvicinarsi e comunque è del tutto inaccessibile vista la zona impervia e la presenza di ben due recinti con recinzioni altissime.

La persona che si è accorta per prima della presenza del residuo bellico, a Cronaca Eugubina spiega: “E’ possibile che la piccola bomba sia stata dissotterrata dagli animali presenti nel recinto, che in questa stagione cercano a terra la ghianda, ruspando il terreno fino a ridurlo in polvere“.

Durante la giornata abbiamo cercato di raccogliere qualche testimonianza storica sugli anni della Seconda Guerra Mondiale in questa parte del territorio eugubino, e siamo venuti a conoscenza del fatto che le creste di queste montagne pre-appenniniche sarebbero state il fulcro di bombardamenti sia da parte tedesca che alleata, ma si tratta ad ogni modo di racconti popolari la cui veridicità storica andrebbe approfondita e verificata.

Ora si attende soltanto che gli artificieri rimuovano la piccola bomba aerea tedesca, cosa che dovrebbe avvenire già nelle prossime ore.

Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina