Nel primo tempo rossoblu pericolosi con Gomez e Pasquato, i padroni di casa rispondono con un tiro di Ventola parato da Cucchietti. Nella ripresa dopo le azioni di Cutolo e Altobelli che sfiorano il gol, arriva il vantaggio rossoblu con Pasquato, grazie ad un preciso tiro rasoterra

GUBBIO – E’ sicuramente una partita molto importante per Arezzo e Gubbio perché i rossoblu sono reduci da due sconfitte consecutive e cercano riscatto, mentre gli amaranto padroni di casa sono ultimi in classifica a 5 lunghezze di distanza dalla penultima in graduatoria.

Si gioca allo Stadio Città di Arezzo in un tardo pomeriggio gradevole. Per l’occasione Mister Torrente schiera dal primo minuto il nuovo acquisto Hamlili, giocatore di grande esperienza, Serena a centrocampo, Migliorelli laterale difensivo, in attacco ci sono De Silvestro Pasquato e Gomez, come a dire tecnica e velocità.

Le formazioni

AREZZO (4-4-2): Sala; Ventola, Sbraga, Kodr, Luciani; Benucci, Altobelli, Arini, Di Paolantonio; Zuppel, Piu.
A disposizione: Melgrati, Soumah, Cutolo, Maggioni, Di Grazia, Sussi, Bonaccorsi, Zitelli, Karkalis, Serrotti, Iacoponi. Allenatore: Roberto Stellone

GUBBIO (4-3-3): Cucchietti; Migliorelli, Uggè, Ferrini, Formiconi; Oukhadda, Hamlili, Serena; Pasquato, De Silvestro, Gomez. A disposizione: Zamarion, Elisei, Sdaigui, Pellegrini, Sainz Maza, Cinaglia, Munoz, Fedato, Ingrosso. Allenatore: Vincenzo Torrente

Arbitra Matteo Marcenaro di Genova.

La partita 

La partita non è emozionante, con l’Arezzo che attacca da subito ma senza creare azioni pericolose. Sono infatti i rossoblu a farsi pericolosi per primi al 19′ con Pasquato, il cui tiro da fuori area viene respinto con una buona parata da Sala.

Al 23′ l’estremo difensore amaranto compie un altro importante intervento deviando sulla traversa un colpo di testa di Gomez sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Il primo tiro in porta dell’Arezzo si registra al 35′ con Ventola che impegna Cucchietti in un difficile intervento, con la palla che stava prendendo una traiettoria indirizzata sull’angolino alto. Tutto qui nei primi 45 minuti di gioco che terminano 0-0.

Nella ripresa Mister Stellone prova a vincere la partita aumentando il potenziale d’attacco della propria squadra: entrano Cutolo e Di Grazia per Zuppel e Benucci. La partita rimane equilibrata e poco spettacolare, come nel primo tempo bisogna aspettare il 20′ per vedere una punizione calciata da Cutolo uscire di poco a lato dei pali della porta difesa da Cucchietti.

Ci prova anche Altobelli con un colpo di testa ben indirizzato, ma Cucchietti controlla che la palla esca a lato. Proprio nel momento migliore dei padroni di casa, al 26′ passa in vantaggio il Gubbio con Cristian Pasquato, che batte imparabilmente Sala con un tiro potente e preciso rasoterra.

La reazione dell’Arezzo è tutta nel tiro di Di Paolantonio alto sopra la traversa, e nel tiro di Cutolo al 32′ che Cucchietti devia con i pugni chiusi. Non succede praticamente null’altro degno di nota, per gli amaranto è la nona sconfitta casalinga.

Per i ragazzi di Mister Torrente si tratta invece di una vittoria importante dopo due sconfitte consecutive. In vista anche dell’arrivo della capolista Sudtirol domenica pomeriggio al “Pietro Barbetti”.

Francesco Caparrucci