La decisione di chiudere i bagni in Piazza San Giovanni è stata assunta dopo aver visionato al Comando i filmati delle telecamere e dopo che alcuni mortaretti (presumibilmente nella serata di giovedì 21 gennaio) sarebbero stati esplosi all’interno dei locali sotterranei. Mentre per i danneggiamenti in Via della Repubblica si procede secondo quanto stabilito dall’Articolo 635 del Codice penale 

La Polizia Locale in Piazza Quaranta Martiri per controlli sui Bus in arrivo a Gubbio

GUBBIO – A seguito dei controlli effettuati nella serata di giovedì 21 gennaio, e dei filmati delle telecamere visionati quotidianamente al Comando di Gubbio, la Polizia Locale ha chiuso in via precauzionale i bagni di Piazza San Giovanni.

Durante i controlli di giovedì sera su 11 ragazzi presenti in Piazza, 3 minorenni sono stati sanzionati dalla Polizia Locale per spostamenti tra Comuni senza giustificato motivo.

I ragazzi avrebbero addotto agli agenti “futili motivi” per giustificare la loro presenza a Gubbio in regime di zona arancione, con tali spostamenti consentiti solo per comprovate situazioni di necessità e lavoro come da Dpcm del 14 gennaio 2021.

La decisione di chiudere al pubblico i bagni pubblici di Piazza San Giovanni era una misura già paventata da tempo, visto che dai filmati delle telecamere presenti in Piazza, gli agenti hanno notato una presenza insistita di giovani all’interno di quei locali con problemi di distanziamento sociale e di utilizzo della mascherina.

Ci sarebbe stato, inoltre, un episodio che è valso da “goccia che ha fatto traboccare il vaso“. Nei giorni addietro sarebbero stati esplosi all’interno dei bagni sotterranei di Piazza San Giovanni dei mortaretti, uditi anche dal personale del Comune di Gubbio.

Da qui la decisione di chiudere i bagni pubblici, anche in virtù del fatto che la città in questo momento è praticamente deserta a partire dalle ore 18/19, senza nemmeno la presenza di turisti sul territorio comunale. I bagni di San Giovanni resteranno chiusi finche questo provvedimento sarà necessario.

La Polizia Locale in Via della Repubblica

Danneggiamenti in Via della Repubblica

Lunedì 18 gennaio la Polizia Locale è intervenuta in Via della Repubblica, dove alcuni cittadini avevano segnalato la presenza di una persona, all’inizio non meglio identificata, che stava prendendo a calci e pugni due automobili parcheggiate a lato delle carreggiate.

Gli agenti lo hanno raggiunto in Via Gioia e Via Cairoli, dove si era allontanato alla vista della pattuglia.

Si tratta di un 19enne di nazionalità italiana con origini straniere (residente a Gubbio e non “di fuori Comune” come in un primo momento avevamo erroneamente scritto), che avrebbe ammesso di fronte agli agenti di essere stato il responsabile dei danneggiamenti alle due automobili.

Nei suoi confronti si procederà d’Ufficio secondo le disposizioni di legge dell’Articolo 635 del Codice penale, che prevede il danneggiamento aggravato dal fatto che i veicoli erano in sosta su una pubblica via. Il ragazzo, che è stato anche sanzionato per mancato utilizzo della mascherina, sarà denunciato alla Procura della Repubblica di Perugia.

Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina