Nel primo tempo, l’equilibrio iniziale, è rotto dal rigore trasformato da Ronaldo al 24′. Il Gubbio reagisce con Sainz Maza e Pasquato ma senza mai impensierire veramente Vannucchi. Nella ripresa gli ospiti rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Gasbarro e al 34′ raddoppiano con Santini. Espulso anche Signorini. Il rigore di Santini fissa il punteggio sullo 0-3 per gli ospiti

GUBBIO – I rossoblu di Mister Torrente alla prova di una grande squadra, il Padova di Mandorlini che ha ambizioni di promozione in Serie B, con una squadra di assoluto valore tecnico e giocatori come Hallfredsson che hanno militato a lungo in serie A.

La partita è terminata con la vittoria della squadra veneta, meritata sul campo con una prestazione convincente. Il Gubbio, con Mister Torrente che oggi festeggiava 300 panchine tra i professionisti, interrompe i 7 risultati utili consecutivi con questa sconfitta casalinga. Prossimo impegno infrasettimanale a Mantova.

Signorini

Le formazioni

GUBBIO (4-3-3): Zamarion; Formiconi, Uggè, Signorini, Ferrini; Malaccari, Megelaitis, Sainz Maza; Gerardi, Pasquato, Gomez. A disposizione: Elisei, Montanari, Migliorelli, Sdaigui, Lovisa, Pellegrini, De Silvestro, Cinaglia, Munoz. Allenatore: Torrente

PADOVA (4-3-3): Vannucchi; Germano, Pelagatti, Gasbarro, Curcio; Della Latta, Ronaldo, Hallfredsson; Jefferson, Buglio, Nicastro. In panchina: Merelli, Valentini, Santini, Jelenic, Kresic, Fazzi, Hraiech, Andelkovic, Soleri, Paponi, Bifulco, Beretta. Allenatore: Mandorlini

Arbitro: Rutella di Enna

L’attaccante rossoblu Gomez

La partita

Primo tempo inizialmente all’insegna dell’equilibrio, si gioca al “Pietro Barbetti” in una bellissima giornata di sole. All’11′ Jefferson con un gran tiro lambisce il palo alla sinistra di Zamarion, azione pericolosissima a favore del Padova. I migliori in campo sono Hallfredsson e Saiz Maza a centrocampo.

Al 22′ conclusione di Sainz Maza fuori di poco. Al 24′ il direttore di gara fischia un calcio di rigore per il Padova per tocco di mano di un giocatore rossoblu su azione offensiva di Jefferson. Ronaldo dal dischetto realizza l’1-0 per gli ospiti.

Il Gubbio reagisce al 28′ con il tiro da lontano di Saiz Maza, ma il portiere Vannucchi para a terra. Attorno alla mezzora forcing del Padova con il Gubbio che resiste. Palo pieno di Ronaldo al 40′ con Zamarion battuto.

Nel finale di tempo sale in cattedra Pasquato, ex della partita, che ruba palla a Ronaldo e conclude in porta ma il pallone termina a lato. Non c’è recupero, il primo tempo termina 0-1 per il Padova.

Hallfredsson

Nella ripresa subito vicino al gol Jefferson. Il Padova però rimane in dieci uomini per l’espulsione di Gasbarro al 12′ per doppia ammonizione. Mister Torrente sostituisce Ferrini con Munoz.

Al 17′ i rossoblu vanno vicini al pareggio con un’azione offensiva di Sainz Maza, la porta è vuota per l’uscita avventata di Vannucchi, ma la conclusione è fuori. Per il Padova escono Ronaldo e Jefferson, al loro posto Valentini e Fazzi, mister Mandorlini rafforza il centrocampo.

Mister Torrente gioca la carta De Silvestro, che subentra a Sainz Maza che nel corso della partita si è visto di meno rispetto al primo tempo. Al 29′ ci prova Gerardi con un tiro dalla distanza, palla alta sopra la traversa.

Ma l’azione più pericolosa per il Gubbio si ha al 32′ quando Gomez calcia in porta da posizione favorevolissima, una deviazione di un giocatore avversario fa si che il pallone termini fuori.

Il Padova raddoppia con Claudio Santini al 34′, approfittando di una mezza distrazione della difesa eugubina: tiro molto forte imparabile per Zamarion. Espulso per doppia ammonizione anche Signorini, così gli ultimi 8 minuti di gioco le due squadre sono in parità numerica.

Il capitano rossoblu Malaccari

Nel finale entra il giovane Pellegrini per Megalaitis. La partita rimane vivace fino al termine, quando Zamarion commette fallo su Santini lanciato in porta. Rutella di Enna fischia il rigore, che lo stesso Claudio Santini trasforma dagli undici metri.

Non c’è più tempo. La partita finisce qui: è 0-3 del Padova a Gubbio, una vittoria meritata da parte di una formazione apparsa decisamente più forte dei rossoblu e da questa sera in vetta alla classifica del girone B di Serie C.

Francesco CaparrucciFotografie Simone Grilli