Rossoblu con il lutto al braccio per la scomparsa dell’imprenditore Franco Colaiacovo. Partita equilibrata, ma al 15′ la Virtus passa in vantaggio con Danti. Al 43′ il pareggio di Gerardi. Nella ripresa occasionissima al 38′ sui piedi di De Silvestro, che calcia in porta ma sulla linea Visentin respinge in extremis negando il gol all’attaccante eugubino

GUBBIO – Sono tutte partite difficili e importanti, il Campionato è qualitativo, e il Gubbio di Mister Torrente è sicuramente in crescita, dopo la vittoria infrasettimanale esterna a Ravenna, oggi (domenica 15 novembre) al “Pietro Barbetti” è arrivato un buon pareggio contro la Virtus Verona Vecomp, squadra di ottime individualità e buona organizzazione di gioco.

Le formazioni

GUBBIO (4-3-3):  Cucchietti; Formiconi, Uggè, Signorini, Migliorelli; Oukhadda, Malaccari (capitano), Sainz Maza; Pasquato, Gerardi, Gomez. A disposizione: Zamarion, Elisei, Sorbelli, Cinaglia, Munoz, Sdaigui, Lovisa, Pellegrini, De Silvestro. Allenatore: Torrente

Mister Vincenzo Torrente

VIRTUS VECOMP VERONA (4-3-1-2): Giacomel; Visentin, Daffara, Bentivoglio, Danti, Pittarello, Danieli, Amadio, Cazzola, Lonardi, Pellacani. A disposizione: Chiesa, De Rigo, Pessot, Pinto, Amadio, Arma, Manconi, Carlevaris, Zecchinato, Marcandella, Zarpellon, DelcarroAllenatore: Fresco

La partita 

Pomeriggio soleggiato e mite a Gubbio, con i rossoblu che giocano con il lutto al braccio per la scomparsa in mattinata dell’imprenditore eugubino Franco Colaiacovo, ricordato anche dal sindaco Filippo Stirati.

Inizio di partita molto equilibrato con le squadre che si studiano a vicenda. All’11′ Pasquato impensierisce il portiere avversario con un tiro da fuori area, sulla respinta Gomez calcia a lato.

Ma la Virtus Verona si conferma squadra difficile, e al 15′ passa in vantaggio con Domenico Danti, che prontamente calcia in rete una palla che era rimasta in gioco al limite dell’area di rigore rossoblu dopo un contrasto fortuito.

Al 21′ Cinaglia prende il posto di Formiconi infortunato. La Virtus gioca molto bene palla a terra, Gubbio un po’ lento e prevedibile nella manovra, almeno nei primi 20 minuti di gioco. Al 43′ però i ragazzi di Torrente pareggiano con Federico Gerardi, al secondo gol consecutivo in campionato.

Suggerimento di Pasquato per Gomez, che dribbla due avversari e calcia in porta, palla respinta che finisce sui piedi di Gerardi che ribadisce in rete da pochi passi.

Ora la partita è avvincente e al 49′ Pittarello sfiora ancora il vantaggio per gli ospiti, con un tiro a incrociare che termina di poco a lato del palo alla destra di Cucchietti. Non succede altro, il primo tempo termina 1-1.

Federico Gerardi festeggiato dopo il gol

La ripresa inizia con ritmi più sostenuti, le due squadre cercano la vittoria, anche se non ci sono nei primi 15 minuti di gioco azioni particolarmente degne di nota. Al 16′ suggerimento in profondità di Gomez per Gerardi, che in corsa calcia alto sopra la traversa.

Due minuti dopo ci prova Pasquato, con un gran tiro dalla distanza, palla di poco a lato. Il Gubbio spinge alla ricerca del gol del vantaggio. Ora si gioca con veloci capovolgimenti di fronte. Si accendono le luci dei riflettori.

Al 28′ Mister Torrente sostituisce Gomez (ammonito) con il giovane attaccante Pellegrini. Alla mezzora forcing in attacco della Virtus, ma il Gubbio è attento e controlla. Al 33′ Gearardi lascia il posto a De Silvestro. La partita è intensa fino alla fine.

Al 38′ proprio De Silvestro ha una grande occasione per far passare in vantaggio il Gubbio, ma la sua conclusione è respinta sulla linea di porta da Visentin. Al 41′ calcio di punizione di Sainz Maza di poco alto sopra la traversa. Tre minuti di recupero: ma non succede altro, la partita termina 1-1 con le reti di Danti e Gerardi.

Francesco CaparrucciFotografie Simone Grilli