Il Sindaco di Gubbio: “L’area interna mette in moto altre vie di valorizzazione che riguardano l’ambiente, il paesaggio, il diritto allo studio, la valorizzazione turistica del territorio e il finanziamento per la mobilità elettrica all’interno del centro storico.
Potremmo avere la possibilità di attivare mezzi pubblici elettrici per favorire la mobilità nel centro città e il processo di pedonalizzazione

GUBBIO – Il Comune di Gubbio è uno dei 10 comuni facenti parte dell’Area interna Nord Est della regione Umbria corrispondente alla fascia appenninica al confine con le Marche, individuata nel Quadro Strategico Regionale 2014-2020.

L’Area interna Nord Est Umbria è distinta tra Area Strategica composta da tutti i 10 Comuni compreso Gubbio, Gualdo Tadino e Fossato di Vico e Area Progetto costituita dai restanti 7 Comuni quali: Costacciaro, Montone, Nocera Umbra, Pietralunga, Scheggia e Pascelupo, Sigillo, Valfabbrica.

Abbiamo chiesto al sindaco Filippo Stirati come si realizzerà il progetto di Area Interna dal punto di vista programmatico ed attuativo, l’ammontare del finanziamento e le tempistiche previste per la realizzazione del progetto stesso.

Il progetto 

Abbiamo ricevuto dei finanziamenti per il Museo degli Antichi Umbri che ad oggi è in fase progettuale, ma si prospetta l’inizio dell’intervento al prossimo anno, ovviamente tale iniziativa è connessa a tutte le altre operazioni riguardanti la parte alta della città di Gubbio come l’intervento sugli Arconi, la pavimentazione e gli ascensori per valorizzare ancor più la città.

Parliamo di circa 700.000 euro stanziati a favore di tale operazione. Oltre a ciò il progetto di area interna vede la realizzazione del terminal autobus nella zona del Viale del Teatro Romano anch’esso in fase di progettazione con inizio lavori stabilito al prossimo anno.

In questo caso parliamo di circa 900.000 euro di finanziamento già acquisito, che ci mette nelle condizioni di procedere in modo operativo.

Infine, oltre a queste due macro iniziative, l’area interna mette in moto altre vie di valorizzazione che riguardano l’ambiente, il paesaggio, il diritto allo studio, la valorizzazione turistica del territorio e il finanziamento per la mobilità elettrica all’interno del centro storico: a tal proposito potremmo avere la possibilità di attivare mezzi pubblici elettrici per favorire la mobilità nel centro città e il processo di pedonalizzazione.

In campo ci sono varie strategie che portiamo avanti con i comuni dell’area interna che riguardano la promozione del territorio in senso ampio che comporta il mettere insieme una serie di funzioni in modo progressivo come la gestione del territorio, l’informatizzazione, il catasto, il servizio scolastico ed altre attività in forma associata.

Un’idea progettuale riguarda la possibilità di attivare un sistema museale di area interna, così che siano tutti collegati e gestiti insieme per valorizzarli congiuntamente per una promozione omogenea del territorio”.

Cronaca Eugubina n.207: https://www.yumpu.com/xx/document/read/64467707/cronaca-eugubina-n207

Eliana BucchiFotografie Cronaca Eugubina