Il Sindaco di Gubbio: “Grazie anche all’iniziativa dell’assessore Giovanna Uccellani, abbiamo avuto un incontro positivo con gli operatori del centro storico che ha portato ad importanti condivisioni

GUBBIO – Oggi pomeriggio (giovedì 17 settembre) nel corso della seduta del Consiglio comunale, il sindaco Filippo Stirati è intervenuto su molteplici argomenti, dalla ripresa dell’attività scolastica alle problematiche di salute e ambiente e precisazioni circa la situazione di conflittualità nel centro storico fra residenti e titolari di attività.

Con riferimento a quest’ultimo argomento, il Sindaco Stirati ha detto: “Stiamo operando per trovare i giusti equilibri nel rapporto fra le attività del centro storico e i residenti. Ci sono state problematiche conflittuali ma il nostro lavoro è teso a trovare il giusto equilibrio fra interessi e legittime aspettative di chi vive nel centro storico.

La nostra idea è di un centro storico vivace e vivibile. Ieri, grazie anche all’iniziativa dell’assessore Giovanna Uccellani, abbiamo avuto un incontro positivo con gli operatori del centro storico che ha portato ad importanti condivisioni”.

E’ stata emessa una nuova Ordinanza: il Sindaco, preso atto dell’impegno espresso dagli esercenti al rispetto delle normative anti Covid e in considerazione della necessità, anche in relazione alle sollecitazioni arrivate dalla Prefettura, di adottare un provvedimento che limiti la concentrazione di persone in orario serale e notturno, con un’ordinanza oggi indica per le ore 2 l’orario di chiusura dei locali del centro cittadino, con ripresa delle attività non prima delle ore 5. Il provvedimento sarà in vigore dal 19 settembre al 15 ottobre 2020.

L’ordinanza, emessa in seguito al confronto con gli stessi esercenti e, nel contempo, seguendo le indicazioni di disagio espresse dai residenti del centro storico, annulla di fatto il provvedimento riguardante la vendita per asporto, la somministrazione e il consumo di bevande con utilizzo di contenitori in vetro e alluminio e bottiglie di plastica munite di tappo nelle aree pubbliche, che quindi tornerà possibile, sempre restando fisso l’orario di chiusura delle ore 2.

A vigilare sulla corretta esecuzione dell’ordinanza saranno la Polizia Municipale del Comune di Gubbio e le altre forze dell’ordine.

Eliana BucchiFotografie di repertorio Cronaca Eugubina