Noemi (Indirizzo Turistico): “Un po di ansia durante questo periodo c’è stata perché non sapevamo se avremmo sostenuto l’Esame, e come semmai l’avremmo sostenuto. Per me, in ogni caso, la Maturità è sempre stata un obiettivo

GUBBIO (F.C.) – E’ iniziato oggi (mercoledì 17 giugno) l’Esame di Maturità 2020, del tutto diverso quest’anno rispetto alla tradizione a causa dell’emergenza sanitaria Coronavirus.

Per raccogliere le impressioni degli studenti, siamo andati ad attenderli all’uscita da scuola all’Istituto Cassata Gattapone, dove circa 200 ragazzi saranno impegnati nella Maturità da oggi al prossimo 27 giugno.

All’ingresso dell’Istituto Cassata è presente un presidio della Croce Rossa Italiana dove viene misurata la temperatura corporea; inoltre all’interno dell’aula in cui avviene la discussione dell’Esame di stato i ragazzi rispettano il distanziamento sociale davanti alla Commissione e per tutto il materiale che quest’ultima propone agli studenti vengono utilizzati i guanti.

Questa mattina sono iniziati gli Esami di Maturità, come sono strutturati?

Preside David Nadery: “L’Esame di Maturità si svolge mediante un unico orale della durata non superiore ad un’ora ed è strutturato in domande che vertono su cinque gruppi di competenze diverse.

Le domande sui gruppi di competenze riguardano la discussione di un elaborato su un argomento assegnato, la discussione di un testo di italiano fatto durante l’anno scolastico, il commento su un documento a cui collegare le materie, l’analisi di una delle esperienze fatte nei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, infine una domanda su tematiche di cittadinanza e costituzione“.

Come è andato l’Esame di Maturità?

Giorgio Orsini, 20 anni, Indirizzo Biologico: “La Commissione mi ha fatto alcune domande su anatomia e chimica; per italiano domande su Verga; per storia sull’Unità d’Italia e il dopoguerra, ma anche domande di storia contemporanea sulla mafia, e di inglese. L’interrogazione è durata un’ora.

Il momento più difficile è stato forse sulla lingua inglese, mentre quello più bello quando ho presentato e discusso la tesina di chimica organica e biologia. L’Esame è abbastanza tosto anche se in questa forma nuova sono soddisfatto di come è andato”.

Noemi Bastianelli, Indirizzo Turistico: “Penso che l’Esame è andato bene, certo c‘era un po’ di ansia durante questo periodo del Covid perché non sapevamo bene come si sarebbe svolto l’Esame e se si sarebbe svolto, ma per me sostenere la Maturità è sempre stato un obiettivo.

Ho sentito la mancanza di professori e compagni d’Istituto, la didattica a distanza è stata molto efficace e per il futuro studierò storia dell’arte all’Università”.

Concludiamo con Andrea Passamonti, Indirizzo Agrario: “L’Esame è andato bene, ed è stato simile a come ce lo avevano spiegato e descritto gli insegnanti“.

Durante questo periodo in cui non è stato a scuola, cosa le è mancato di più?

Andrea Passamonti: “Mi è mancato il contatto con i ragazzi e l’ambito scolastico, per il futuro farò l’Università di Agraria a Perugia e ho già partecipato ad un open day”.

Nella foto di copertina Angelica Allegrucci, 19 anni, Indirizzo Biologico, Agnese Filippetti, 19 anni, Indirizzo Biologico in attesa di sostenere l’Esame e Giorgio Orsini, 20 anni, Indirizzo Biologico, con l’Esame appena sostenuto.

Eliana BucchiFotografie Cronaca Eugubina