Il Sindaco di Gubbio: “La grande mobilitazione dell’opinione pubblica e la grave urgenza del tema richiedono un rapido intervento e l’immediato coinvolgimento delle istituzioni regionali, che ho chiesto con forza e fermezza”

GUBBIO – “Un incontro urgente per chiarire gli intendimenti della Giunta regionale in tema di incenerimento del CSS, al fine di coinvolgere il Comune di Gubbio e tutta la sua cittadinanza, già fortemente preoccupata e mobilitata”.

A chiederlo a Donatella Tesei, presidente della giunta regionale dell’Umbria, e a Roberto Morroni, vicepresidente con delega all’Ambiente, è il sindaco di Gubbio Filippo Stirati, che ieri ha sottoposto all’attenzione di Tesei e Morroni la mozione approvata a larga maggioranza dal Consiglio comunale, nella quale si riconferma una posizione di netta contrarietà all’ipotesi di incenerimento del CSS e della procedura di AIA semplificata.

Ho chiesto alla presidente della Regione un incontro immediatospiega Stiratisottolineando in particolare i forti dubbi dal punto di vista giuridico-amministrativo generati dalla richiesta di AIA semplificata, che presenta tra l’altro anche il grave limite di escludere il nostro Comune e tutte le altre forme di rappresentanza associativa da ogni tipo di tavolo e da quella Conferenza dei servizi che noi, viceversa, riteniamo indispensabile.

La grande mobilitazione dell’opinione pubblica e la grave urgenza del tema richiedono un rapido intervento e l’immediato coinvolgimento delle istituzioni regionali, che ho chiesto con forza e fermezza”.

Ufficio stampa Comune di GubbioFotografie Cronaca Eugubina