Entusiasmo e goliardia per il Capodieci Andrea Tomassini. La Santantoniara 2020 è Martina Blasi. Il Presidente Alfredo Minelli: “Sono serate che servono per stare insieme. La Famiglia è attiva anche nel sociale

Il Capodieci Andrea Tomassini

GUBBIO – Nella splendida cornice del Park Hotel Ai Cappuccini si è svolto, sabato 22 febbraio, il Gran Ballo dei Santantoniari che ha chiuso il Carnevale ceraiolo. La serata è stata presentata da Ubaldo Gini e allietata da Gianni Drudi e da Fausto & la sua band.

Al microfono di Cronaca Eugubina sono intervenuti il Presidente della Famiglia dei Santantoniari Alfredo Minelli: “Una serata splendida. Sono serate che servono per stare insieme e crediamo che con il nostro impegno e la nostra passione si possa riuscire. Il Capodieci di quest’anno Andrea Tomassini è stato eletto con la maggioranza dei voti, il mio giudizio conferma la fiducia che i ceraioli hanno posto in lui eleggendolo.

Il nostro Statuto ci guida ad essere attivi anche nel sociale, credo che è lo spirito della Festa dei Ceri, noi nel nostro piccolo quello che possiamo lo facciamo, come per esempio con Spirito di Squadra o ospitare i ragazzi dell’Aldo Moro nella nostra taverna.

Non è facile ogni anno riuscire a trovare i fondi ma cerchiamo sempre di intervenire quando c’è bisogno come per esempio con l’associazione “GliamicidiCate”, a cui sono state devolute le offerte raccolte durante il funerale di Mauro de Baldone, personaggio storico di Gubbio, un gesto per noi molto importante”.

Il secondo capitano della Festa dei Ceri 2020 Paolo Procacci: “E’ un’emozione fortissima, io e il primo capitano Eric Nicchi siamo amici da oltre 40 anni, da quando andavamo a scuola insieme”.

Alfredo Minelli e Martina Blasi

Il sindaco Filippo Stirati: “C’è sempre un grande calore di popolo, di partecipazione e questo clima di amicizia è il sale della vita stessa ceraiola e di tutto quello che è intorno ad essa. Ho avuto il privilegio di portare il Cero di San Giorgio fino ai 50 anni in via XX Settembre, credo di averlo portato per oltre 25 anni”.

Emozione fortissima quando Luigi Gigi Latini ha consegnato la Brocca al Capodieci 2019 Lucio Sollevanti, che l’ha passata a sua volta ad Andrea Tomassini: “E’ stata una bellissima emozione condividere questo momento con la mia muta e tutti i ceraioli di Sant’Antonio. Vivo l’attesa della Festa con molta serenità e tranquillità, cercando di unire tutti i ceraioli per una corsa che ci vedrà sicuramente protagonisti”.

Andrea Tomassini ha raggiunto il palco su una carrozza a forma di mulo, con i ceraioli santantoniari mascherati da meccanici e da “Muli” per fare della divertente goliardia sulla professione e sul soprannome della Famiglia Tomassini (dei “Muli”). La Santantoniara 2020 è Martina Blasi, per lei classico giro di valzer al centro della sala con il Capodieci Tomassini e il Presidente Minelli.

Francesco Caparrucci (ha collaborato Viviana Barbi) – Fotografie Photostudio Gubbio