Momento conviviale a Branca

Figura centrale è quella del mister Marco Passeri, tecnico e educatore, che pratica un calcio offensivo con il 4-3-3. “L’obiettivo è quello della crescita dei ragazzi

GUBBIO – A parlare è un gruppo di genitori dei ragazzi della Juniores regionale campionato A2 dell’Atletico Gubbio. La normativa ha stabilito che ogni scuola calcio deve avere una squadra juniores o di seconda categoria.

Il progetto di cui parliamo oggi risale al 2018, riguarda le società CSI Don Bosco, Atletico Gubbio e ASD Branca 1969. Questo progetto nella stagione 2019/20, ha portato a formare tre squadre: il Branca, una juniores con ragazzi quasi tutti del 2001, l’Atletico, con ragazzi sotto quota del 2002 e il CSI, con la squadra di seconda categoria. Si è tratto di un organizzazione molto importante sia dal punto di vista tecnico che programmatico.

A questo proposito un gruppo di genitori ha voluto ringraziare il presidente dell’ASD Branca 1969, Riccardo Tittarelli e Francesco Bazzucchi, responsabile del settore giovanile Branca, per la loro presenza e disponibilità.“Importanti anche i ruoli nel CSI del presidente Enzo Panfili e nell’Atletico Gubbio del presidente Filippo Barbetti e di Marco Bettelli, responsabile del settore tecnico”.

Juniores Atletico Gubbio

I genitori sottolineano anche il ruolo importante dell’allenatore Marco Passeri.“Un ragazzo giovane, che ha saputo creare un gruppo di giocatori e amici. Si è così creato un mix vincente tra genitori, allenatori, dirigenti e ragazzi, che ha portato a molti successi sul campo ed a un rapporto gioioso tra staff tecnico, genitori e ragazzi, che si è arricchito anche di momenti conviviali al termine delle partite.

La crescita del gruppo e l’amalgama dei ragazzi ha coinvolto genitori e famiglie che hanno fatto gruppo e seguono la squadra. Per noi a prescindere dal risultato è sempre una festa”.

L’allenatore Marco Passeri spiega: “Sono tutti ragazzi educatissimi, l’unica difficoltà consisteva nel prendere un gruppo nuovo da tre realtà diverse ed amalgamarlo. La difficoltà stava nel creare una squadra con valori tecnici, ma abbiamo fatto del lavoro settimanale un nostro punto di forza e i risultati sul campo non sono tardati ad arrivare.

Foto di gruppo nello spogliatoio

L’obiettivo è la crescita dei ragazzi dal punto di vista tecnico e caratteriale. Il nostro modo di giocare è propositivo, con il 4-3-3 di propensione offensiva, il nostro motto è: attaccare sempre e non aver timore di nessun avversario.

Così facendo, sono arrivati risultati importanti tra i quali mi piace ricordare il pareggio 2 – 2 in casa della Tiferno, una delle squadre candidate a vincere il campionato”.

Questo progetto di collaborazione tra le tre Società offre ai ragazzi la possibilità di continuare a giocare a calcio, in base alle proprie potenzialità, in realtà come il Branca che partecipa al campionato di Promozione o come il CSI Oratorio don Bosco che partecipa al campionato di II categoria.

Un bel vivaio di ragazzi eugubini. In una delle ultime partite di campionato, vinta 4-1 contro il Colombella, hanno esordito in squadra due ragazzi degli allievi, un 2004 Edoardo Lisarelli ed un 2003 Luca Alunno. Sono andati in gol Luca Gnagni, Cristian Sollevanti (2) e Luca Alunno.

Francesco CaparrucciFotografie per gentile concessione dei genitori e Società