La vice sindaco: “Un altro tema da affrontare per il prossimo futuro è quella della riduzione del consumo e quindi dello smaltimento della plastica, partendo da progetti che coinvolgano i ragazzi delle scuole, i cittadini del futuro, sia occupandoci grazie all’aiuto delle pro loco della riduzione della plastica nelle feste paesane

Sindaco Stirati e Giunta comunale

GUBBIO – Cronaca Eugubina prosegue il resoconto degli interventi degli assessori della Giunta Stirati, a presentare il suo resoconto è la Vice Sindaco Alessia Tasso, assessore preposto all’urbanistica e al governo del territorio.

Questo il suo intervento: “Credo che quando parliamo di buongoverno, non possiamo farlo senza riferirci al tema della sostenibilità.

La intendiamo non come una semplice parola, ma come un principio carico di significati che vogliamo mettere alla base di tutte le nostre politiche, in particolare su temi che consideriamo strategici e con un orizzonte temporale vasto, mi riferisco alle politiche ambientali e di governo del territorio.

Non si può essere dei buoni amministratori se non si pensa alle future generazioni. Un’amministrazione che si rispetti deve fare importanti investimenti sul tema della raccolta differenziata e sul tema di gestione dei rifiuti.

Alessia Tasso (Foto Cronaca Eugubina)

Noi lo abbiamo fatto partendo dallo scorso mandato, veniamo da anni e anni di investimenti su questo servizio, ad oggi possiamo vantare un 66,7% di raccolta differenziata, che rappresenta un dato che ci riempie di orgoglio. Non è ovviamente un punto di arrivo, ma un punto da dove partire.

Un altro tema da affrontare per il prossimo futuro è quella della riduzione del consumo e quindi dello smaltimento della plastica, partendo da progetti che coinvolgano i ragazzi delle scuole, i cittadini del futuro, sia occupandoci grazie all’aiuto delle pro loco della riduzione della plastica nelle feste paesane.

Per quanto riguarda invece il tema della pianificazione della città, fare una politica urbanistica sostenibile, significa fare una riflessione ed un analisi sul tema del consumo di suolo.

Già dallo scorso mandato, abbiamo attuato una variante urbanistica, che verrà approvata nella prossima seduta del Consiglio Comunale, la riduzione di 49 ettari di terreno edificabile che è stato sottratto all’edificazione ed è stato restituito all’ambiente.

Parcheggio Piazza 40 Martiri

Un’espressione di una politica urbanistica che vuole puntare sulla qualità e non sulla quantità, con interventi di riqualificazione anche sulle aree urbane periferiche. Una riflessione che vogliamo fare è sicuramente quella relativa alla zona di Piazza 40 Martiri.

L’accesso della nostra città, che si è andata ad autodeterminarsi negli anni e dove sono presenti un insieme di situazioni: la sosta, l’area verde, il parcheggio.

Una riflessione proiettata al futuro senza precludere alcun tipo di soluzione, aprendo un ampio dibattito anche con la cittadinanza, consapevoli che tutti le migliori soluzioni vengono solo da un bel rapporto condiviso”.

Daniele Lilli e Francesco Caparrucci