Al 29′ della ripresa è ancora Filippini a mettere i brividi su calcio di punizione, l’estremo del Fano deve ancora metterci una pezza. Nel finale il Fano ha una timida reazione prima con Rolfini che viene però fermato da Ravaglia e con Ricciardi, il cui tiro sbatte sulla traversa. Finisce 0-2, con il Gubbio che brinda al suo secondo successo consecutivo

Giammarioli e Torrente

GUBBIO – Ci pensano sempre loro: Filippini e Gomez. Come contro la Triestina, il difensore e l’attaccante danno la vittoria al Gubbio sul campo del Fano (0-2), in quello che era uno scontro diretto in ottica salvezza.

Tre punti che valgono oro e danno ulteriore ossigeno ad una squadra che risale la china e la classifica. E mercoledì, recupero del match di Verona in casa della Virtus: si ripartirà dal 34′ della ripresa con il risultato fermo sullo 0-1 eugubino.

La partita 

Torrente conferma l’undici che aveva battuto la Triestina nella gara di recupero. Quindi 3-5-2 confermato, con Ravaglia tra i pali, linea di difesa composta da Maini, Coda e Bacchetti, con Cinaglia, Lakti, Megelaitis, Malaccari e Filippini a centrocampo e la coppia Tavernelli-Gomez in attacco.

Nel Fano, che rispetto alla precedente gara sul campo della Sambenedettese presenta alcune novità, spicca l’ex rossoblù Tofanari.

L’incontro inizia subito su ritmi alti. Inaugura la serie di emozioni il Gubbio con Gomez, che va al tiro col mancino, ma il portiere fanese Viscovo devia in corner. Risponde un minuto più tardi il Fano con Barbuti, sfera di poco a lato. La gara è infuocata e al 10′ il Fano va vicino al gol con Di Sabatino, che da due passi si fa respingere la conclusione sulla linea.

La gara è un turbillon di occasioni: al 13′ è il Gubbio a andare vicinissimo al vantaggio con Tavernelli e subito dopo è il Fano con Said, a sprecarlo da buona posizione. Al 35′ Baldini su punizione dai 30 metri colpisce la traversa e mette i brividi ai tifosi rossoblù.

Fano-Gubbio

Al 44′ invece, il Gubbio sblocca il risultato con Filippini, che come contro la Triestina va a segno su calcio di punizione con un gran sinistro sotto il sette. Primo tempo che si conclude quindi sullo 0-1.

La ripresa si apre con il raddoppio rossoblù e lo realizza Gomez in spaccata dopo aver sfruttato un calcio di punizione di Megelaitis. Il Fano è frastornato e non reagisce e così al 28′ Malaccari ci prova dal limite col destro, palla deviata da Viscovo.

Al 29′ è ancora Filippini a mettere i brividi su calcio di punizione, l’estremo del Fano deve ancora metterci una pezza. Nel finale il Fano ha una timida reazione prima con Rolfini che viene però fermato da Ravaglia e con Ricciardi, il cui tiro sbatte sulla traversa. Finisce 0-2, con il Gubbio che brinda al suo secondo successo consecutivo.

Il tabellino di Fano-Gubbio 0-2

FANO (4-3-1-2): Viscovo; Tofanari, Di Sabatino, Gatti, Boccioletti (15′ st Ricciardi); Parlati (31′ st Marino), Amadio, Paolini (31′ st Rolfini); Said (15′ st Kanis); Barbuti, Baldini. A disp.: (Fasolino, Diop, Giorgini, Tassi, Sapone, Palombo, Sarli, Cargnelutti) All.: Alessandrini

GUBBIO (3-5-2): Ravaglia; Maini, Coda, Bacchetti; Cinaglia (19′ st Munoz), Lakti, Megelaitis, Malaccari (36′ st Benedetti), Filippini (42′ st Konate); Tavernelli (42′ st Meli), Gomez (36′ st Dubickas). A disp.: (Zanellati, Ricci, Sbaffo) All.: Torrente

Arbitro: Zamagni di Cesena (Dentico-Belsanti di Bari)

Reti: 44′ pt Filippini, 7′ st Gomez. Note: ammoniti Coda, Barbuti, Lakti, Gomez, Gatti, Munoz, angoli 5-3. Recupero: 0’pt; 4’st.

Emanuele Giacometti Fotografie di repertorio Cronaca Eugubina