Il tecnico rossoblù: “Il modulo sarà lo stesso, ma qualcosa cambierà, perché vogliamo costruire e attaccare in maniera diversa.Voglio assolutamente che nella testa dei calciatori scatti qualcosa, perché se non avverrà difficilmente potranno fare i professionisti. Dobbiamo obbligatoriamente onorare la maglia

GUBBIO – Al “Romeo Neri” di Rimini (oggi, ore 18.30) serve una reazione forte. Il Gubbio di mister Guidi, ancora a secco di vittorie dopo cinque giornate, tenterà l’assalto alla squadra biancorossa per cercare di fare bottino pieno.

La situazione in casa rossoblù non è quella dei giorni migliori, contro il Vicenza a detta pure del tecnico Guidi, non c’è stata reazione, si è sbagliato nelle coperture preventive e si sono persi contrasti e duelli. In Romagna serve una prova d’orgoglio, di forza e di coraggio.

Per noi non è una partita, ma come ho detto alla squadra è la partita.ha spiegato il tecnico Guidi nella conferenza stampa pre partita Contro il Rimini non si può sbagliare, dobbiamo essere pronti a fronteggiare una squadra che sa soffrire, che ama il duello corpo a corpo. Dobbiamo incanalarla sulla tecnica, sulle triangolazioni veloci, riuscire a farli correre e a scomporre le loro linee molto strette.

Tatticamente mi aspetto una partita dove dovremmo essere bravi a non dover dare punti di riferimento alla loro linea difensiva. Più riusciremo ad essere dinamici e più creeremo occasioni da gol.

Il modulo sarà lo stesso, ma qualcosa cambierà, perché vogliamo costruire e attaccare in maniera diversa.Voglio assolutamente che nella testa dei calciatori scatti qualcosa, perché se non avverrà difficilmente potranno fare i professionisti. Dobbiamo obbligatoriamente onorare la maglia”.

Guidi rivoluzionerà la squadra: in porta potrebbe tornare titolare Ravaglia, in difesa Cinaglia, Maini, Bacchetti e Filippini. A centrocampo la novità potrebbe essere rappresentata dal debutto di Benedetti nel ruolo di play, con ai lati Malaccari e Sbaffo, in attacco torneranno dal 1′ De Silvestro e Sorrentino che comporranno il tridente insieme a Cesaretti.

Se scenderà in campo questo undici, per la prima volta il Gubbio giocherà con un solo under dall’inizio.

Qui Rimini

Nava dovrebbe restare a riposo per via di una noia muscolare (indurimento flessore), mentre sono recuperati il centrale di difesa Ferrani e il centrocampista Cigliano, con quest’ultimo che potrebbe partire dal 1′ per far rifiatare qualcuno nella zona nevralgica del campo, anche in vista della trasferta di domenica a Modena.

Le probabili formazioni

RIMINI (3-5-2): Scotti; Scappi, Ferrani, Picascia; Arlotti, Cirigliano, Palma, Van Ransbeek, Silvestro; Gerardi, Zamparo. All:.Cioffi

GUBBIO (4-3-3): Zanellati (Ravaglia); Cinaglia, Maini, Bacchetti, Filippini; Malaccari, Benedetti, Sbaffo; De Silvestro, Sorrentino, Cesaretti. All:. Guidi

Arbitro: Kumara di Verona (Iacovacci di Latina-D’Ilario di Tivoli)

Emanuele Giacometti