Il sindaco Filippo Stirati: “E’ un’occasione di riferimento per l’intera Regione, ricca di iniziative per valorizzare e promuovere la città, e in particolare per rendere vivo il centro storico“. Luigi Rosetti: “Ringrazio tutti i volontari che da mesi lavorano all’organizzazione della Notte Bianca dello Sport

Notte Bianca dello Sport

GUBBIO – Una grande serata di sport, una grande risposta della città di Gubbio, con le vie del centro storico gremite di migliaia tra cittadini e turisti, con più di 50 Associazioni coinvolte e oltre 100 sostenitori. Questi i numeri della nona edizione della Notte Bianca dello Sport 2019.

Inaugurata nel tardo pomeriggio di venerdì 30 agosto in Piazza 40 Martiri con l’esibizione degli Sbandieratori e la presenza della Giunta comunale guidata dal sindaco Filippo Stirati.

La Notte Bianca dello Sport (evento cardine del “Mese dello Sport” che si concluderà il 6 ottobre prossimo) è stata organizzata come da tradizione dall’Associazione Leukos, con il patrocinio del Comune di Gubbio, del Coni (Comitato Regione Umbria), della Provincia di Perugia. 

E’ un evento che cresce e al quale abbiamo voluto garantire il massimo appoggio da parte dell’Amministrazione con la sottoscrizione del Protocollo d’intesa”, aveva sottolineato l’assessore Gabriele Damiani nei giorni scorsi.

Il Sindaco Stirati aveva affermato: “E’ un’occasione di riferimento per l’intera Regione, ricca di iniziative per valorizzare e promuovere la città, e in particolare per rendere vivo il centro storico. Un plauso alle tante associazioni che hanno collaborato per un’organizzazione complessa e articolata, con una partecipazione corale soprattutto dei giovani”. 

Lucio Lisarelli con la Lambretta

Una grande serata di sport 

Nella serata di venerdì 30 agosto, Cronaca Eugubina è stata in centro storico per raccogliere testimonianze dai diretti protagonisti dell’evento (pur nell’impossibilità di ascoltare tutti e di citare tutti), soprattutto in Piazza 40 Martiri e via della Repubblica.

Questo il nostro breve servizio. All’inizio di Piazza 40 Martiri, appena oltre lo sbarramento di sicurezza della Polizia Locale, incontriamo Lucio Lisarelli per l’occasione in veste di socio di Auto Moto Storiche – Gubbio Motori, che ha portato la Lambretta e la 850 spider.

Gli facciamo i complimenti per il nuovo record stabilito sul tracciato del Fagioli da Gubbio a Madonna della Cima. Lucio Lisarelli risponde: “Il vecchio tempo di 4′ e 33” lo avevo stabilito nel 2018. Sono riuscito ad abbassarlo fino  4′ e 26” tenendo 56 km/h di media, e senza toccare mai le mani sul manubrio. Sono salito a Madonna della Cima tenendo la terza marcia“.

Olimpiadi della Salute – Avis Gubbio

Più avanti varchiamo il grande arco delle Olimpiadi della Salute, con la presenza delle Associazioni Amici del Cuore, Ade e Avis.

Sauro Fiorucci di Avis spiega: “E’ una serata dedicata ai controlli e alla salute, aperta a chiunque. I cittadini possono sottoporsi ai controlli delle nostre tre Associazioni, e per coloro che terminano il percorso c’è una medaglia“.

Notiamo anche la Pallavolo Gubbio e il Karate con il Maestro Pietro Menichetti impegnato nelle dimostrazioni.

Ci soffermiamo a raccogliere la testimonianza dei ragazzi della Body Line Center (che recentemente ha cambiato gestione con Mirko ed Elio), presente la campionessa Chiara Acciaio e gli atleti del Braccio di Ferro, e il Maestro Alessandro Argentina.

I ragazzi del Braccio di Ferro e Arti Marziali Miste

Grazie anche alla presenza del preparatore atletico Mirko Ramacci, la serata ha visto lezioni tecniche di Braccio di Ferro e Arti Marziali Miste, con allenamento dimostrativo e prova gratuita.

In via della Repubblica troviamo la storica postazione della Gubbio Runners, presente con molti dei suoi oltre 100 associati, tra i quali Linda Carfagna che ha ottenuto ottimi risultati alle gare più recenti.

C’è un tapis roulant sul quale chiunque può correre sotto la stretta osservazione di Giordano Mariani, che fa un’analisi al computer della corretta postura di corsa.

Ci spiegano: “Siamo qui per promuovere il tesseramento, ma soprattutto per diffondere il messaggio del correre in salute e in compagnia“. Una foto di gruppo con gli atleti presenti allo stand, che ci tengono a ricordare l’appuntamento del 22 settembre prossimo con la Corri Gubbio di 10 km certificata Fidal.

Gubbio Runners

In via Cairoli incontriamo il vice presidente di Leukos Luigi Rosetti, che spiega: “Al momento possiamo dire che hanno partecipato alla serata più di 50 Associazioni e 100 sostenitori. Si tratta di numeri importanti, per cui siamo soddisfattissimi, c’è stata una grande risposta della città di Gubbio.

Da sottolineare la stretta sintonia, sempre più forte, con l’Amministrazione comunale. Già siamo proiettati al prossimo anno, che sarà la decima edizione della Notte Bianca dello Sport, con tante idee di cui adesso però è prematuro parlare. 

In conclusione mi sento di ringraziare tutti i volontari che da mesi lavorano all’organizzazione della Notte Bianca dello Sport“.

Attività sportive erano presenti in tutto il centro storico di Gubbio, con il basket e il calcio a 5 in Piazza Grande, lo spinning in Piazza Oderisi soltanto per citarne alcune, ma anche a San Martino, con una cartina della Notte Bianca dello Sport che guidava i cittadini e turisti alla scoperta della serata sportiva.

Notte Bianca dello Sport 2019

Il Mese dello Sport 

Sabato 21 settembre, dopo il successo dello scorso anno, ci saranno le arrampicate della quinta edizione del ‘Monkey Street Boulder’ con tracciati di varia difficoltà in collaborazione con il Quartiere di San Martino.

Poi l’appuntamento di domenica 22 settembre con la settima edizione di ‘Run For You’ a partire dalle ore 8.30, realizzato in contemporanea con la ventitreesima “Corri Gubbio”, con devoluzione in beneficenza per l’associazione l’Impegno del compianto dottor Luigi Panata, a favore del Burkina Faso.

Sabato 5 e domenica 6 ottobre torna la settima edizione di “Spirito di Squadra”, quadrangolare di beneficenza di volley femminile A1, che vedrà anche la presentazione venerdì 4 ottobre alle ore 18 alla Sperelliana del libro ‘Tutta la forza che ho’ della campionessa Miriam Silla insieme al giornalista Maurizio Colantoni.

Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina