Amministrative 2019. Presentata la candidatura a Sindaco di Marco Cardile per il Partito Democratico

Marco Cardile: “In ambito economico è necessario pensare ad una sorta di network con le realtà vicine al fine di essere appetibili per imprese che potrebbero essere interessate ad iniziare attività professionali nel nostro territorio. Via le tasse per tre anni per chi vuole iniziare nuove attività a Gubbio

GUBBIO – Martedì 30 aprile, nella sala convegni dell’Hotel Beniamino Ubaldi, il Partito Democratico di Gubbio ha presentato la candidatura a Sindaco del dottor Marco Cardile, e la lista di candidati che lo sostiene.

In una sala gremita, è dapprima intervenuto il Consigliere regionale Andrea Smacchi: “Cardile ci ha guidati nei cinque anni in cui il PD è stato all’opposizione in Consiglio comunale. La sua candidatura è nata dallo spirito di servizio, dopo che abbiamo cercato di riunificare il centrosinistra a Gubbio. 

Il nostro slogan è ‘noi ci siamo per Gubbio’, con orgoglio e coraggio, per questa comunità e per tutti i temi che affronteremo in campagna elettorale. La lista elettorale del Partito Democratico è di altissimo livello, si compone di 14 donne e 10 uomini“.

Il dottor Marco Cardile ha preso subito dopo la parola per presentare uno ad uno tutti i candidati al Consiglio comunale di Gubbio sulla lista del PD. Quindi è passato ad illustrare i punti salienti del programma elettorale del Partito Democratico di Gubbio. Cardile ha detto: “Il centrisinistra a Gubbio è il PD, la nostra identità è il simbolo del partito. La mia campagna elettorale sarà diversa da tutte le altre, sarà improntata alla semplicità e tra la gente, per ascoltare la gente. 

Occorre, inoltre, stabilire e recuperare un contatto con la fascia di età più difficile da portare a votare e più difficile da convincere che la politica di sinistra plurale, tollerante ed aperta al dialogo favorisce l’unione ed inclusione: i giovani e giovanissimi. Sono venti anni che vivo a Gubbio, non ho velleità politiche, Gubbio mi ha dato tanto, ora io ci metto la faccia“.

Marco Cardile ha poi parlato dei vari punti programmatici all’ordine del giorno della sua agenda politica. Ha parlato di ecologia e risprmio energentico, “per chiudere la discarica di Colognola e gestire il post mortem occorrono circa 2,5 milioni di euro, che sono tanti soldi. Intercetteremo finanziamenti comunitari e affideremo il progetto di chiusura della discarica a validi professionisti locali. Occorre produrre meno rifiuti e premiare chi ricicla bene.

La parola d’ordine che sentirete ripetermi spesso in questa campagna elettorale è prevenzione. Instituirò un assessorato alla Sanità nel Comune di Gubbio, già altri Comuni d’Italia lo hanno fatto. L’assessorato avrà costo zero perchè senza portafoglio, ma potrà consigliare il Sindaco su tutti i temi riguardanti la sanità pubblica. Instituirò anche un team di medici che faranno stage nelle scuole di Gubbio, per prevenire l’obesità.

In ambito economico è necessario pensare ad una sorta di network con le realtà vicine al fine di essere appetibili per imprese che potrebbero essere interessate ad iniziare attività professionali nel nostro territorio. Via le tasse per tre anni per chi vuole iniziare nuove attività a Gubbio. 

Vogliamo inoltre una sicurezza vera e non percepita, ci vuole una politica della sicurezza con prevenzione e deterrenti come ad esempio rendere ben illuminato ogni vicolo della città. In ambito turistico, penso ad un team di persone che possano promuovere la nostra città nel web, e il reperimento di fondi per mantenere pulito il Percorso Francescano. 

Io ascolterò gli eugubini, non voglio stare in ufficio, voglio stare tra la gente. Vi chiedo di darci fiducia, e di chiudere con la vecchia politica“.

Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina 

giovedì 2 maggio 2019 - 13:15|Articoli, Politica|