Società Balestrieri di Gubbio. Inaugurata la targa commemorativa sulla facciata di Palazzo del Bargello

Il presidente Marcello Cerbella: “Il Palazzo del Bargello apparteneva a famiglie nobili eugubine, poi è diventato patrimonio della nostra città“. Il ricercatore storico Fabrizio Cece: “Già nel 1961 Mario Rosati, allora presidente del Maggio Eugubino, auspicava che venisse intitolata una via di Gubbio ai Balestrieri
La targa è stata realizzata dallo scalpellino eugubino Giuseppe Allegrucci 

GUBBIO – Mercoledì pomeriggio, in occasione del 60° anniversario dell’uso del Palazzo del Bargello quale sede della Società Balestrieri della Città di Gubbio, è stata inaugurata la targa commemorativa posizionata sulla facciata. La targa di pietra, realizzata dallo scalpellino eugubino Giuseppe Allegrucci, reca la scritta: “Palazzo del Bargello sede della Società Balestrieri di Gubbio“.

Il corteo storico dei Balestrieri si è ritrovato in Largo del Bargello a metà pomeriggio, molti i turisti che si sono fermati per riprendere con cellulari e piccole telecamere lo spettacolo del suono delle charine e dei tamburini. Presenti anche i Campanari, con il presidente Loris Ghigi, impegnati in questi giorni in Piazza Grande per il 59° Raduno Nazionale Campanari d’Italia e il 250° anniversario della fusione del Campanone.

Il Presidente dei Balestrieri della Città di Gubbio, Marcello Cerbella, ha affermato: “Si tratta di un’inaugurazione che per noi rappresenta un momento molto importante ed esclusivo. Il Palazzo del Bargello apparteneva a famiglie nobili eugubine, poi è diventato patrimonio della nostra città.

Alla fine degli anni ’90 è stato ristrutturato ed è diventato sede della mostra della Balestra. E’ passato attraverso diverse direzioni, oggi lo dirige l’Associazione culturale La Medusa. Ai piani inferiori vengono allestite pregevoli mostre d’arte, con alcuni artisti che sono anche diventati interpreti del Palio della Balestra“.

Società Balestrieri di Gubbio

E’ quindi intervenuto il ricercatore storico Fabrizio Cece: “Siamo in un luogo importante di Gubbio, dove già alla fine del tredicesimo secolo c’era un palazzo, una fontana e una Chiesa dedicati a San Giuliano, della cui vita però sappiamo poco. Poi tutto si è volto al Bargello, un’altra figura storica di cui sappiamo poco.

In passato i Balestrieri sono stati ambasciatori nel mondo della città di Gubbio, con il Maggio Eugubino che procurava gli incarichi e il Comune di Gubbio che dava il sostegno economico. Era forte la volontà di promuovere la città di Gubbio nel mondo.

Già nel 1961 Mario Rosati, allora presidente del Maggio Eugubino, auspicava che venisse intitolata una via di Gubbio ai Balestrieri“. Quindi il Sindaco ha tolto il drappo rosso dalla targa di pietra e scroscianti sono arrivati gli applausi dei presenti e dei tanti turisti in quel momento radunatisi in Largo del Bargello.

Il corteo storico dei Balestrieri al completo, con il presidente Marcello Cerbella, e i rappresentanti delle Istituzioni locali hanno posato per una foto ricordo sotto la targa commemorativa. Il pomeriggio è proseguito con un’esibizione dei Balestrieri in Piazza Grande.

Francesco CaparrucciFoto e video Cronaca Eugubina 

giovedì 25 aprile 2019 - 2:36|Articoli, Cultura e Spettacolo|