Il Circolo Anspi Proloco Torre Calzolari: “È un momento di aggregazione e grande partecipazione, un’espressione della comunità di Torre. Una rievocazione che ha un valore religioso, aggregativo, alla quale partecipano tanti giovani e che esprime lo spirito della nostra comunità, al di là del senso religioso che la Processione del Venerdì Santo evoca

GUBBIO – Il Circolo Anspi Proloco Torre Calzolari, ex Associazione Proloco Torre, organizza nella serata del Venerdì Santo una rievocazione storico religiosa della Passione di Cristo. Si tratta di un’iniziativa che si svolge ogni anno dal 1983.

In questa rievocazione storica, vengono raffigurati cinque quadri della Passione di Cristo, con le parti recitate dai figuranti e accompagnati dai canti del Miserere e altri canti penitenziali.

Ogni quadro, inoltre, viene introdotto dal Parroco con una preghiera. I canti del Miserere sono una particolarità della rievocazione della Passione di Cristo, in quanto sono stati portati nella Processione del Venerdì Santo di Torre dei Calzolari all’inizio del ‘900 da un sacerdote di Costacciaro.

Complessivamente, sono circa 70-80 persone che costituiscono l’intera rievocazione storica, tra coloro che recitano e le figure di contorno del popolo che arricchiscono i quadri.

La rievocazione della Passione di Cristo, che inizia dalla Chiesa di Torre Alta, si svolge lungo un percorso che attraversa il borgo medievale di Torre dei Calzolari, dove vengono raffigurati i cinque quadri: l’Ultima Cena, l’Orto degli Ulivi, il Giudizio di fronte a Caifa, il Giudizio di fronte a Ponzio Pilato e la Crocifissione, che si svolge sulla strada verso Madonna dell’Acera.

La Passione di Cristo a Torre dei Calzolari

In questo ultimo quadro, che rappresenta il momento più significativo della rievocazione, viene inoltre acceso un grande falò che viene posizionato dietro le croci.

Come già anticipato, la rievocazione è accompagnata dai canti del Miserere e altri canti penitenziali, quali “Stabat Mater”, “Teco vorrei Signore”, “Crocifisso mio Signore” e “A Gesù appassionato”, che vengono cantati sia da uomini che da donne.

La particolarità è che questi canti acquistano negli anni melodie e ritmi diversi, particolari, perché si tramandano di genitori in figli, guidati da Gianni Cicogni, che viene considerato il “Maestro” di questi canti, che li trasmette semplicemente con la sua voce senza insegnar loro alcuna nota.

Rievocazione storico religiosa della Passione di Cristo

Il Circolo Anspi Proloco Torre Calzolari cura tutta l’organizzazione della rievocazione storica, grazie all’apporto di tanti giovani nei vari settori, ad esempio costumi o allestimento delle coreografie e scenografie dei vari quadri, sempre con la partecipazione anche della Parrocchia di Torre dei Calzolari.

È un momento di aggregazione e grande partecipazioneha dichiarato il Circolo Anspi Proloco Torre Calzolariun’espressione della comunità di Torre.

Una rievocazione che ha un valore religioso, aggregativo, alla quale partecipano tanti giovani e che esprime lo spirito della nostra comunità, al di là del senso religioso che la Processione del Venerdì Santo evoca”.

Ilaria Stirati