La Giunta ha incontrato i cittadini a Ponte d’Assi. Chiesti interventi sul torrente Saonda

I cittadini hanno chiesto anche la pulizia del fosso della cosiddetta Strada dritta. Sono stati chiesti interventi anche per la toponomastica, visto che alcune zone della frazione a quanto pare ne risulterebbero sprovviste

GUBBIO – Giovedì scorso la Giunta comunale ha incontrato a Ponte D’Assi i cittadini della frazione presso il Circolo Anspi, per un bilancio dell’azione di governo in questi anni e una valutazione più specifica delle problematiche del territorio.

Inizialmente ha parlato l’assessore Gabriele Damiani: “Voglio sottolineare il grande lavoro svolto dalle associazioni, e la sinergia pubblico privato nel turismo, nello sport. L’obiettivo è viaggiare uniti verso il benessere della nostra comunità“.

Il sindaco Filippo Stirati ha affermato: “E’ enorme il supporto delle associazioni alla vita sociale e allo stare insieme, i cui valori sono ancora alla base della nostra comunità locale. Nel giugno 2014 abbiamo preso in mano una città che era caduta, commissariata, la prima cosa da fare era risollevarla e ridarle una visione.

Ci siamo trovati ad affrontare situazioni come quella dell’ex ospedale, del parcheggio di San Pietro, della Gubbio Cultura e Multiservizi, che hanno rappresentato un grande fardello, una grande zavorra, ma abbiamo rimesso in sicurezza la Società che oggi non ha più perdite, e amplieremo la Farmacia comunale. Abbiamo anche riattivato il Piano delle farmacie, con l’apertura di una Farmacia proprio qui a Ponte d’Assi, mentre a Scritto rimarrà comunque un presidio per i cittadini.

La discarica di Colognola ha raggiunto una capacità avanzata di ricevere rifiuti, noi abbiamo accantonato 350 mila euro per il post mortem della discarica, che oggi non è a tutti gli effetti dentro il Piano regionale dei rifiuti. Abbiamo attivato il porta a porta per la raccolta dei rifiuti dentro l’area della circonvallazione. L’obiettivo è quello di allargarlo alle principali frazioni del territorio.

Abbiamo confermato le politiche sociali, con una rete di assoluto livello. Abbiamo dato una spinta al settore turistico, con numeri eccezionali e azioni promozionali di grande rilievo. Abbiamo attivato risorse con bandi europei, nazionali e regionali, 10 milioni di euro per l’edilizia scolastica, con la riorganizzazione della rete scolastica.

Stiamo portando avanti i lavori in Largo di Porta Marmorea, ma siamo consapevoli che situazioni simili di criticità vi sono state anche a Ponte d’Assi e Zappacenere. Stiamo portando a termine la variante semplificata al Prg, con la dequalificazione di oltre 35 ettari di territorio. Abbiamo operato restringendo queste aree, con una declassificazione massiccia che va incontro alle esigenze palesateci dai cittadini.

Infine il progetto di efficientamento della pubblica illuminazione, con la sostituzione di 1600 punti luce comunali con la tecnologia a led, che farà risparmiare al Comune di Gubbio circa 200 mila euro dalla bolletta dell’elettricità“.

Sono poi intervenuti i cittadini, che hanno posto all’attenzione degli amministratori e del Sindaco alcuni problemi. I cittadini hanno chiesto informazioni sul futuro del Laboratorio analisi di Branca, altri di ripulire la Saonda e allargarne l’alveo in modo tale che il torrente possa ricevere tutte le acque di scolo e piovane. E’ stata chiesta anche la pulizia del fosso della cosiddetta Strada dritta.

Sono stati chiesti interventi anche per la toponomastica, visto che alcune zone della frazione a quanto pare (stando a ciò che hanno riferito alcuni cittadini) ne risulterebbero sprovviste. Altri cittadini hanno chiesto l’allacciamento all’acquedotto pubblico nelle zone limitrofe a Colonnata e per alcuni chilometri verso Valdichiascio.

Di Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina 

mercoledì 13 marzo 2019 - 2:40|Articoli, Politica|