Rimini-Gubbio 1-1. Nella ripresa decidono la partita le reti di Nicola Malaccari e Alex Buonaventura

Nel primo tempo Rimini subito pericoloso con Palma, al 16′ occasionissima sui piedi di De Silvestro che calcia a lato. Grande equilibrio in campo. Al 42′ proteste rossoblù per un presunto fallo su Malacacri in area di rigore biancorossa. Nella ripresa al 17′ Buonaventura di testa colpisce il palo. Dal 33′ al 34′ la svolta della partita: con le reti di Malaccari e Buonaventura

Rimini-Gubbio

RIMINI – Sfida diretta per la salvezza tra Rimini e Gubbio al “Romeo Neri“, dove i rossoblù di Galderisi cercano il riscatto dopo le due sconfitte consecutive contro Sudtirol (4-0) e FeralpiSalò (0-3). E’ presente una discreta cornice di pubblico, con i tifosi eugubini in curva ospiti.

Il primo tempo è assolutamente equilibrato, con una occasione importante per parte, capitate sui piedi di Palma e De Silvestro. Al 42′ il Gubbio ha protestato per un presunto fallo in area del Rimini su Malaccari, che poi è stato ammonito.

In campo nel Rimini l’ex Alessio Petti, mentre sugli spalti c’è mister Giuseppe Magi, che due stagioni fa arrivò 6° in Campionato. Sono presenti 2106 spettatori totali: di cui 845 paganti e 1261 abbonati.

Nella ripresa al 17′ Buonaventura di testa colpisce il palo alla sinistra di Marchegiani. L’attaccante biancorosso, entrato in campo nel secondo tempo, è una spina nel fianco della difesa eugubina. La partita rimane equilibrata, poi al 33′ in due minuti le reti prima di Malaccari e poi di Buonaventura.

Mister Giuseppe Galderisi

Le formazioni 

RIMINI (3-5-2): Nava G.; Venturini, Ferrani, Petti; Nava V., Montanari, Palma, Alimi, Guievre; Arlotti (capitano), Piccioni.

A disposizione: Scotti, Brighi, Variola, Buonaventura, Cicarevic, Viti, Marchetti, Bandini, Candido, Pierfederici. Allenatore: Marco Martini

GUBBIO (4-2-3-1): Marchegiani; Tofanari, Espeche, Maini, Lo Porto; Davì, Malaccari; De Silvestro, Casiraghi (capitano), Cattaneo; Chinellato. 

A disposizione: Battaiola, Benedetti, Ferretti, Schiaroli, Tavernelli, Ricci Luca, Battista, Plescia, Campagnacci. Allenatore: Giuseppe Galderisi 

Guido Davì

Primo tempo

Gubbio in maglia rossoblù e calzoncini binachi, padroni di casa in maglia biancorossa a strisce verticali e calzoncini rossi. Al 2′ subito pericoloso il Rimini, con un tiro centrale forte di Palma che Marchegiani ha deviato sopra la traversa.

Nei primi 10 minuti di gioco, il Gubbio subisce la pressione dei padroni di casa, che si fanno pericolosi soprattutto sulla fascia sinistra, con cross al centro e veloci combinazioni, senza però costruire importanti occasioni da gol.

Al 16′ lunga volata di Casiraghi verso la porta avversaria, suggerimento al centro dell’area di rigore ospite per De Silvestro, che in corsa sbaglia praticamente un rigore in movimento, con il pallone che finisce a lato dei pali della porta difesa da Nava. Poi gran tiro dai venti metri di Espeche, con palla alta sopra la traversa. Ora la partita la fanno i rossoblù.

Alessio Lo Porto

Al 26′ Palma calcia alto sopra la traversa una punizione concessa dal direttore di gara appena fuori l’area di rigore eugubina. Poi la partita vive una fase di stanca, con grande equilibrio e nessuna ocacsione da gol degna di nota, fino almeno al 36′.

Al 42′ i giocatori eugubini protestano per un presunto fallo su Malaccari in area biancorossa da parte ci pare di Guievre, lo stesso Malaccari viene ammonito per proteste.

Al 45′ ammonito Arlotti per fallo su Casiraghi. Due minuti di recupero. Ma non succede altro, il primo tempo termina 0-0 senza grandi emozioni.

Il portiere rossoblù Marchegiani

Secondo tempo

La ripresa inizia con le squadre che entrano in campo con gli stessi effettivi del primo tempo. Al 3′ azione insistita di Cattaneo sulla fascia destra, passaggio a Casiraghi che crossa per Chinellato che non riesce a concludere a rete. Al 6′ tiro di Guievre a lato.

Il Rimini sostituisce Palma con Candido, e Piccioni con Buonaventura, subito ammonito. Ma Buonaventura si riscatta subito al 10′, con una insidiosa conclusione deviata in calcio d’angolo.

Al 17′ il colpo di testa di Buonaventura si stampa sul palo sinistro della porta difesa da Marchegiani, è l’azione più pericolosa della partita fino al momento. Al 27′ per il Rimini esce Montanari entra Variola, esce Petti al suo posto Bandini, per il Gubbio esce Cattaneo al suo posto Tavernelli.

Esultanza al pareggio di Buonaventura

Al 33′ il tiro rasoterra di Casiraghi è parato a terra da Nava. Il Rimini sostituisce Arlotti con Cicarevic. Al 37′ Gubbio in vantaggio con Nicola Malaccari, che penetra centralmente e calcia dal limite dell’area di rigore battendo imparabilmente Nava con un preciso tiro rasoterra.

Passa un minuto, appena il tempo di muovere la palla a centrocampo, e il Rimini pareggia con Alex Buonaventura che calcia potente all’interno dell’area di rigore eugubina, e battendo Marchegiani.

Tre minuti di recupero, con il forcing finale delle due squadre. Poi il triplice fischio finale: 1-1 reti di Malaccari e Buonaventura.

Di Francesco CaparrucciFotografie Simone Grilli 

domenica 3 marzo 2019 - 18:35|Articoli, Sport|