Mister Galderisi: “Sono felice di vedere una squadra che crede fortemente di vincere fino all’ultimo”

L’allenatore rossoblù Galderisi: “L’amarezza e la rabbia che ho dentro e che hanno i miei giocatori ci devono aiutare a capire che se vogliamo toglierci delle soddisfazioni dobbiamo crescere

Il gol di Nicola Malaccari

RIMINI – Termina con un pareggio 1-1 l’importante sfida per la salvezza Rimini e Gubbio, che si è giocata questo pomeriggio (domenica 3 marzo) allo stadio “Romeo Neri“. Hanno deciso le reti nella ripresa di Malaccari al 37′ e Bonaventura al 38′.

Nel dopo partita, intervistato da Cronaca Eugubina, l’allenatore rossoblù Giuseppe Galderisi ha così commentato la sfida tra Rimini e Gubbio: “Ho visto una squadra che approccia la gara con grande intensità e con grande attenzione, perché è quello che merita il momento visto che purtroppo i nostri errori ci hanno portato ad avere tante paure ed incertezze che abbiamo cercato di cancellare giorno per giorno.

Devo dire che la squadra ha saputo soffrire e piano piano è venuto fuori il nostro palleggio, il nostro modo di giocare, la convinzione nei nostri meccanismi e tutto sommato sono estremamente felice di vedere una squadra che crede fortemente di vincere fino all’ultimo e di vedere Malaccari che buca così una squadra bella solida e ci porta in vantaggio, meno contento perché mi devono dare il tempo di fare 1-2 cambi. Sono arrabbiato e lo sono anche i miei giocatori, non ho dubbi“.

Mister Giuseppe Galderisi

E’ un Gubbio che ha giocato con grande personalità, lei è d’accordo?

Parlo da quando sono arrivato qui, e devo dire che questa squadra di partite ne ha sbagliate poche. Anche quando ha preso dei gol, forse ci è mancata un po’ di qualità o gli ultimi 20 metri, ma le motivazioni di questa squadra sono importanti. Le qualità tecniche sono importanti, specialmente nella fase offensiva, io faccio giocare 4 punte, l’equilibrio non è mai mancato. A me dà terribilmente fastidio che a volte non riusciamo a portare a casa quello che ci meritiamo e purtroppo da quando sono qui credo che abbiamo lasciato parecchi punti per strada“.

Non voglio essere io a giudicare un arbitroha proseguito Galderisiperché non me lo posso permettere, come non ho giudicato l’arbitro che ha dato mezzo rigore che c’era con la Feralpisalò che ha messo la squadra di nuovo in difficoltà.

Rimini-Gubbio

I giocatori del Rimini hanno detto che era rigore, l’arbitro ha detto di no, cosa dobbiamo fare. Quando facciamo gol, in dieci secondi non dobbiamo prendere il pareggio e avremmo vinto la partita“.

Il prossimo impegno sarà il derby contro la Ternana, quanto è importante questa partita?

Era talmente importante oggi avere delle risposte, perché quelle risposte che sono venute dal campo ti danno la forza di andare contro tutti. L’amarezza e la rabbia che ho dentro e che hanno i miei giocatori ci devono aiutare a capire che se vogliamo toglierci delle soddisfazioni dobbiamo crescere, ma anche velocemente perché sennò siamo sempre alle solite discussioni. Bisogna essere più bravi di testa, di gambe e saper gestire bene le situazioni“.

Di Francesco Caparrucci – Fotografie Simone GrilliIl video dell’intervista nella finestra Web Tv di Cronaca Eugubina

domenica 3 marzo 2019 - 20:15|Articoli, Sport|