Il capitano Matteo Piccinni: “Ci abbiamo creduto fino al 95′ e quasi quasi riuscivamo a pareggiare. L’Imolese è una squadra che se gli dai spazi o la fai giocare ti fa male“. Il centrocampista Davì: “Ora abbiamo due partite ravvicinate, ma possiamo vincerle, perchè questo campionato è molto equilibrato e tutto può succedere”

La rete di Elio De Silvestro

GUBBIO – Al termine del match perso con l’Imolese 3-2 al “Pietro Barbetti“, è intervenuto mister Giuseppe Galderisi per le interviste post partita. Il tecnico rossoblù non nasconde un po’ di amaro in bocca.

Qualche rimpianto c’èha dichiarato Galderisima la partita è andata in un certo binario e loro l’hanno gestita bene. L’avevamo preparata bene, eravamo anche partiti bene, ma c’è pure da riconoscere che è stata complicata per noi.

Qualche errore individuale da parte nostra ha inciso, poi però il terzo gol ci ha tagliato le gambe. Ci sta, che se incontri squadre forti come l’Imolese e non sei perfetto ti posso far male. Nel finale ci siamo un po’ ripresi, ma ripeto, dovevamo essere più concreti per cercare la profondità e le punte.

E’ stata una partita nel complesso importante, loro l’hanno ripresa con un pizzico di fortuna ma sono stati bravi a gestirla. Rigiocandola farei le stesse scelte, perchè Chinellato non era al top della forma e quindi cerco sempre di schierare la miglior squadra possibile. Molte sconfitte aiutano a farci capire dove abbiamo sbagliato. Adesso dobbiamo cercare subito di tirare su la testa, perchè a Fermo sarà un’altra bella partita e non è detto che noi non possiamo vincere”.

Matteo Piccinni

Dopo Galderisi, è toccato a Matteo Piccinni: “Abbiamo preso due gol evitabili. Sono errori da non commettere contro una squadra che sa tenere il pallino del gioco e che sta in fiducia. Ci abbiamo creduto fino al 95′ e quasi quasi riuscivamo a pareggiare.

L’Imolese è una squadra che se gli dai spazi o la fai giocare ti fa male. L’episodio dubbio del rigore non dato all’Imolese? L’arbitro ha detto che era vicino e che non c’era”.

Ha concluso le interviste Guido Davì: “Siamo partiti bene, ma dopo il gol non abbiamo avuto la giusta reazione. Giocano un buon calcio e non a caso sono terzi. A mio avviso bisognava fare un po’ di più, essere aggressivi e sfruttare meglio le ripartenze per metterli in difficoltà. Ora abbiamo due partite ravvicinate, ma possiamo vincerle, perchè questo campionato è molto equilibrato e tutto può succedere”.

Di Emanuele Giacometti – Fotografie Simone Grilli