Inaugurata via Cairoli riqualificata. Stirati: “Il centro storico è un patrimonio di tutti gli eugubini”

Il Sindaco Stirati: “Dobbiamo fare un’operazione di innalzamento della qualità urbana a 360°, il centro storico è un patrimonio di tutti gli eugubini e non solo, un patrimonio dell’Umbria, dell’Italia e del mondo

Il Sindaco Stirati

GUBBIO – Stamane (sabato 9 febbraio) si è svolta l’inaugurazione di via Cairoli, al termine dei lavori di riqualificazione che sono iniziati lo scorso 27 agosto ed eseguiti dalla ditta eugubina “Tecno Service“.

Alla cerimonia hanno partecipato le più alte cariche civili, delle Forze dell’Ordine e ceraiole con i Presidenti delle Famiglie, il Presidente del Maggio Eugubino Lucio Lupini, il Presidente dell’Università dei Muratori Fabio Mariani e don Mirko Orsini in rappresentanza della Diocesi di Gubbio.

La cerimonia di inaugurazione ha previsto una conferenza stampa presso la Sala Consiliare di Palazzo Pretorio, nella quale sono intervenuti il sindaco Filippo Mario Stirati, l’assessore Alessia Tasso e l’Ingegnere Luigi Casagrande.

Via Cairoliha esordito il Sindaco Stiratiè una via importante del centro storico con la presenza di attività economiche, mediche, di una nuova farmacia e di residenti, ma è anche un luogo di scambio, dove mensilmente si recano tante persone, quindi ha anche questo significato di essere un punto di incontro.

Il Sindaco e la Giunta

E’ stata un’operazione esemplare per i tempi di esecuzione, per le modalità, per la qualità, un’operazione di sicurezza ma anche particolarmente significativa dal punto di vista del decoro e dell’arredo urbano.

Ormai procediamo sul terreno della qualità degli interventi, dobbiamo lavorare per qualificare, innalzare la scala urbana, migliorare gli arredi e gli ornati, pavimentare il centro storico, asfaltare le zone di espansione e le frazioni, qualificare il verde e i parchi.

Dobbiamo fare un’operazione di innalzamento della qualità urbana a 360°, il centro storico è un patrimonio di tutti gli eugubini e non solo, un patrimonio dell’Umbria, dell’Italia e del mondo. E’ un centro storico di assoluta bellezza ed esclusività. Un altro obiettivo fondamentale è quello di rendere di assoluta qualità gli accessi della città, abbiamo iniziato con via Perugina, ci sposteremo su via di Porta Romana, ma quest’operazione deve riguardare tutti gli accessi della città che devono essere di grande qualificazione.

Le pavimentazioni stanno proseguendo, stiamo ultimando via Concioli, faremo via Marianelli, un mio ambizioso disegno è quello di pavimentare la maggior parte del percorso dei Ceri.

La Sala Consiliare

Ha poi proseguito l’assessore Tasso: “Si tratta di una via nella quale sono presenti attività di importanza vasta, questo ha reso l’intervento più difficile per quanto riguarda l’organizzazione del cantiere, perché non si è trattato solo di ripavimentare, ma abbiamo lavorato anche su tuta la rete di servizi presenti. 

Questi lavori hanno avuto bisogno di un impegno economico importante, circa 500.000 euro, sono dei lavori che sono andati avanti dalla parte più bassa per poi salire di quota per ragioni tecniche. E’ una grande soddisfazione perché dal mio punto di vista è stato un cantiere esemplare grazie alla collaborazione che c’è stata tra tutti gli attori che si sono interfacciati.

La gara ha visto vincitore un’azienda non locale, che ha poi subappaltato i lavori all’impresa locale “Tecnoservice”, che ha collaborato con il Comune per la riuscita di altri cantieri. Vorrei anche ringraziare le attività commerciali della via perché hanno avuto molta pazienza, sono sempre stati molto costruttivi in quanto abbiamo avuto vari momenti di scambio, di confronto continuo e credo che la loro pazienza sia stata ben ripagata“.

Via Cairoli

Il progetto definitivoha spiegato l’Ingegnere Casagrandeè stato approvato nel novembre 2017, mentre il progetto esecutivo nel dicembre 2017. L’aggiudicazione della gara è avvenuta poi il 18 aprile 2018, ha vinto la ditta “2C Costruzioni srl” di Sant’Angelo Romano con un ribasso del 28,76%, successivamente abbiamo sottoscritto il contratto che è stato firmato il 10 luglio e i lavori, che sono stati subappaltati alla ditta “Tecno Service” sono iniziati a fine agosto.

I lavori dovevano finire il 24 marzo 2019, mentre sono terminati un paio di mesi prima, siamo stati fortunati perché gli strati del sottosuolo non ci hanno fatto trovare sorprese. Parlando della parte economica, a fronte di un finanziamento di 500.000 euro, abbiamo ottenuto un risparmio di 100.000 euro, di cui circa 25.000 euro li utilizzeremo per migliorare e adeguare l’illuminazione della via.

Poi, tutti i presenti si sono spostati in via Cairoli per il taglio del nastro e l’inaugurazione ufficiale, che è stata poi seguita da un momento conviviale.

Di Ilaria Stirati – Fotografie Cronaca Eugubina

sabato 9 febbraio 2019 - 12:41|Articoli, Attualità|