I cittadini hanno chiesto la sistemazione della strada della Madonna dell’Acera e l’ampliamento del cimitero dove sono finiti i loculi. Sono stati chiesti anche più cassonetti per evitare situazioni di degrado e l’estensione a Torre del ‘porta a porta’. Si è parlato dei furti subiti dai cittadini a Torre alta, lungo la cui strada di accesso gli abitanti vorrebbero le telecamere 

Un momento della riunione a Torre dei Calzolari

GUBBIO – Il sindaco Filippo Stirati e la Giunta comunale hanno incontrato i cittadini di Torre dei Calzolari nella serata di venerdì 1° febbraio presso la sede della Proloco della frazione. E’ stata una riunione molto partecipata, con l’intervento iniziale degli amministratori e il successivo dibattito con i cittadini.

Il Sindaco Stirati ha affermato: “E’ un diritto e un dovere dare l’informazione ai cittadini, incanalare il discorso su temi veri e decisivi, e mettersi a disposizione dei cittadini. Iniziamo a tirare le somme dell’attività amministrativa, facciamo un bilancio e parliamo di prospettive.

L’Italia è in crisi da dieci anni, e ultimamente in recessione, anche questo territorio non è immune dalla crisi visto che si sono persi tremila posti di lavoro. Viviamo una situazione difficile. L’amministrazione comunale ha risanato la Gubbio Cultura e Multiservizi, un altro intervento importante lo abbiamo compiuto sul progetto Puc di San Pietro, e sugli accantonamenti per il post mortem della discarica di Colognola.

Abbiamo implementato la raccolta porta a porta che sarà estesa a tutto il territorio e alle frazioni. Abbiamo garantito i servizi sociali, ampliandoli con prestazioni sociali all’avanguardia, un patrimonio di civiltà. Grandi risultati nel turismo, che riguarda tutto il territorio comunale. Oltre alla riqualificazione degli accessi alla città, cito come esempio via Perugina.

Da bandi regionali ed europei siamo riusciti ad ottenere 20 milioni di euro di finanziamenti, di cui oltre 10 milioni per l‘edilizia scolastica.

Per la Scuola primaria di Torre dei Calzolari è previsto un finanziamento di 350 mila euro, per interventi tra cui l’efficientamento energetico. 

C’è poi la rigenerazione urbana con i lavori in Piazza Quaranta Martiri. Lavoreremo anche per migliorare le opere di urbanizzazione, ci sono vicende di questo genere anche qui a Torre. Con la variante al Prg stiamo riducendo di oltre 30 ettari le superfici edificabili perchè questa è la richiesta dei cittadini.

Abbiamo tre aziende eugubine di grande qualità professionale nel campo dell’abbigliamento, per questo ci siamo impegnati per il mantenimento dell’indirizzo moda. Gubbio è il comune capofila dell’area vasta, che ha a disposizione circa 10 milioni di finanziamento. L’area vasta è il risultato più significativo di questa amministrazione. Ho cercato di rendere Gubbio una città molto aperta“.

E’ poi intervenuta l’assessore Alessia Tasso: “A Torre dei Calzolari abbiamo fatto interventi sulla strada di Montefiore e sulla salita della strada di Dondana, c’è un finanziamento a favore dell’edificio scolastico. Un intervento ha riguardato il cimitero, con la riqualificazione della copertura per infiltrazioni d’acqua.

Nella zona di Vignoli, dove c’è una frana, il progetto prevede la delocalizzazione delle abitazioni in una zona più sicura. Per quanto riguarda le strade bianche, da metà febbraio saremo con il cantiere tra Padule e Torre, ci sono molte strade vicinali per le quali è necessaria la collaborazione pubblico provato“.

Il Presidente della proloco Moreno Paradisi

E’ quindi intervenuto il Presidente della Proloco Moreno Paradisi, che ha portato all’attenzione degli amministratori alcune criticità manifestate dai cittadini. Paradisi ha detto: “La chiesetta del cimitero è transennata e chiusa al pubblico, è necessario inoltre un ampliamento del cimitero perché sono finiti i loculi. 

Tra le problematiche da risolvere, la manutenzione della strada dell’Acera, che deve essere una strada comunale perchè conduce ad un luogo di culto, e la frana della scarpata del fosso che si trova vicino la scuola“.

Sono poi intervenuti alcuni cittadini di Torre dei Calzolari. Questo il riassunto dei loro interventi: “Abbiamo subito due furti nel giro di un anno nel territorio, si ripropone il tema della sicurezza con la necessità delle telecamere di videosorveglianza. A Torre alta sono stati compiuti altri furti, basterebbe installare telecamere sulla strada di accesso. 

Vogliamo parlare della ‘nuova strada della morte?’ I tutor non servono, nemmeno le macchinette della Polizia Locale, servono le 4 corsie con lo spartitraffico centrale. Quando ci sarà l’ampliamento a Torre dei Calzolari della raccolta differenziata? Ci sono pochi cassonetti con l’immondizia che trabocca quasi sempre”.

Alessia Tasso

Altri cittadini hanno ricordato il progetto per la “realizzazione del marciapiede dalla scuola al centro parrocchiale per il tragitto in sicurezza dei bambini“.

Il Sindaco Stirati, rispondendo ha spiegato: “A Gubbio abbiamo richieste di telecamere per un milione di euro. E’ necessario controllare i punti di accesso della città. Bisogna investirci.

Oggi per Anas non è all’ordine del giorno il raddoppio della statale 219 Pian d’Assino, il rischio è che chi viene dalla Perugia-Ancona tiene lo stesso atteggiamento di una 4 corsie anche sulla Pian D’Assino, che invece ha soltanto due corsie“.

L’assessore Tasso, rispondendo, ha spiegato: “Per la gestione dei rifiuti la spesa fissa è molto grande, ciò che costa è l’indifferenziato, il Comune può togliere i cassonetti e passare al porta a porta. Aumentare i contenitori significa aumentare il degrado. Il porta a porta a Torre dei Calzolari è in programma l’anno prossimo“.

Di Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina