“Aperifashion” al Cassata Gattapone. David Nadery: “Con il tessile e abbigliamento si può uscire dalla crisi”

Il Sindaco Stirati: “Mi sono reso conto che ci sono giovani imprenditori e imprenditrici che stanno facendo un lavoro eccezionale, di cui siamo molto orgogliosi e che rappresentano un messaggio di futuro e di speranza

Gli abiti reallizati dagli studenti per il Gruppo Teatrale “Carlo Nardelli”

GUBBIO (F.C.)- Nel pomeriggio di sabato 19 gennaio, presso l’aula Magna della sede dell’Istituto superiore Gattapone, si è svolto l’evento Aperifashion, organizzato dall’indirizzo Moda e fortemente voluto dal Comune di Gubbio.

Il programma ha previsto in un primo momento i saluti istituzionali del sindaco Filippo Mario Stirati e del Dirigente Scolastico David Nadery.

Per quest’iniziativa ha esordito Stirati tre aziende del settore abbigliamento della nostra città che consideriamo tre eccellenze, sulle quali puntiamo tantissimo non solo per il nostro tessuto socioeconomico e per le prospettive occupazionali, ma perché queste tre aziende danno una grande immagine di bellezza e di proposta culturale della città.

Quindi anche per questo motivo riteniamo che la loro azione, la loro presenza, le loro proposte, il loro dinamismo imprenditoriale rappresenti per noi una grande risorsa.

Un momento della sfilata di moda

Ritengo anche che queste aziende hanno bisogno di personale specializzato, di maestranze qualificate quindi è giusto che ci sia un rapporto stretto con il mondo della scuola, in particolare con l’indirizzo Moda per il quale ci siamo tanto adoperati affinché venisse preservato e mantenuta la sua continuità.

Indirizzo che vogliamo far conoscere alla città, così come vogliamo fare conoscere tutto ciò che attiene al settore del tessile e dell’abbigliamento perché ci sono ancora tante cose da scoprire.

Mi sono reso conto che ci sono giovani imprenditori e imprenditrici che stanno facendo un lavoro eccezionale, di cui siamo molto orgogliosi e che rappresentano un messaggio di futuro e di speranza“.

Gubbio Produce Services

Ha poi proseguito il Dirigente David Nadery: “Ringrazio gli insegnanti e gli alunni che hanno lavorato per mesi per realizzare l’evento.

Il rapporto con l’amministrazione e le aziende del territorio soprattutto in quest’ultimo anno è stato stretto perché ci siamo trovati nella necessità di far continuare il lavoro di questo indirizzo, perché dal punto di vista economico trova nel settore del tessile e dell’abbigliamento uno dei volani che possono riportare questo territorio fuori dalla crisi.

Ringrazio le aziende per l’impulso che c’è stato in questi ultimi mesi con l’attenzione dei media su questo corso. Quindi speriamo che questo indirizzo possa offrire al territorio e alle aziende ragazzi e ragazze che diano una mano a questo settore”.

Sartoria Eugubina

Dopo i saluti istituzionali, sono stati mostrati ai presenti gli abiti trasformabili realizzati dagli alunni dall’indirizzo Moda, mostrando anche le possibili varianti dei vari abiti cambiando alcuni dettagli, accompagnati dall’esibizioni di ballo di Francesca Cadario.

Inoltre, erano presenti tre aziende eugubine del settore tessile, Gubbio Produce Services, Sartoria Eugubina e Ti Style iT che hanno allestito tre aule dell’istituto mostrando come funziona un’azienda che lavora nel settore tessile abbigliamento.

Sono stati anche esibiti i costumi teatrali realizzati dal corso Moda per il Gruppo Teatrale “Carlo Nardelli.

Di Ilaria StiratiFotografie Cronaca Eugubina 

lunedì 21 gennaio 2019 - 12:43|Articoli, Cultura e Spettacolo|