Alla Sperelliana il Sindaco Stirati e la Giunta hanno presentato il bilancio amministrativo del 2018

Il Sindaco Stirati: “Ci siamo adoperati per rigenerare un’idea di programmazione, per le aree interne, per il rilancio di una serie di rapporti istituzionali che sono fondamentali per fare di Gubbio una città pienamente inserita in un circuito che possa dare sviluppo, centralità, immagine e promozione

Il Sindaco Stirati

GUBBIO – Si è svolto questo pomeriggio (venerdì 18 gennaio), presso la Sala dell’ex Refettorio della Biblioteca Sperelliana, “Gubbio tra presente e futuro“, iniziativa nella quale il sindaco Filippo Mario Stirati e la Giunta comunale hanno incontrato il mondo dell’informazione, delle associazioni e i cittadini per tracciare un bilancio dell’anno appena passato e dare uno sguardo al futuro, nello specifico a questo 2019 iniziato da pochi giorni.

Il primo a prendere la parola è stato il Sindaco Stirati che ha così esordito: “Abbiamo trovato una città piena di difficoltà, con situazioni critiche, con questioni ferme. Un cantiere che abbiamo fatto ripartire con un’idea di città fondata sulla sostenibilità, sulla compatibilità ambientale, sul turismo, sulla cultura, sullo sviluppo, sulla valorizzazione di un patrimonio di beni culturali e musealità, un tesoro che vuole fare di Gubbio una grande realtà nazionale e internazionale. Una città fondata anche sulla solidarietà, sull’impegno sociale per i più deboli.

La sala gremita per la conferenza stampa

Ci siamo adoperati per rigenerare un’idea di programmazione, le aree interne, il rilancio di una serie di rapporti istituzionali che sono fondamentali per fare di Gubbio una città pienamente inserita in un circuito che possa dare sviluppo, centralità, immagine e promozione. Abbiamo voluto superare la logica di nemico-amico, abbiamo voluto fare un comune aperto a tutti, disponibile in tutti gli ambiti fondamentali che per noi rappresentano un’enorme ricchezza e con le associazioni riteniamo di aver avuto e di programmare un rapporto speciale.

Un posto fondamentale ce l’hanno i giovani perché l’area interna sconta le difficoltà che nascono dal decremento demografico, dall’invecchiamento della popolazione, da una serie di criticità che riguardano anche lo sviluppo, la creazione di posti di lavoro. Tornare a programmare, ad andare oltre l’ordinaria amministrazione vuol dire creare i presupposti per fornire opportunità soprattutto alle giovani generazioni, questa è anche la grande sfida dell’area interna“.

Il Sindaco Filippo Mario Stirati

Il primo cittadino eugubino ha poi proseguito, nell’introdurre le relazioni degli assessori, definendo la città con delle parole e degli aggettivi chiavi quali città dell’opportunità, città della concretezza in riferimento a tutti gli interventi svolti, ai fondi reperiti grazie ai bandi, ai varchi elettronici, al muretto di Piazza Grande che Stirati ha definito “un atto coraggioso“, agli interventi eseguiti nel Canile di Ferratelle, alla sicurezza e al ripristino dell’ufficio del giudice di pace, giusto per citarne alcuni.

Città del turismo che vuole puntare ad una qualità sempre più alta, valorizzando le tipicità e rilanciando eventi come la Mostra del Tartufo. Città virtuosa perché in questo 2018, come ha spiegato Stiratila Gubbio Cultura e Multiservizi è stata risanata con un investimento di oltre 1.700.000, salvando 22 posti di lavoro e mettendo in sicurezza il sistema museale, dei parcheggi e la farmacia comunale sulla quale stiamo facendo ulteriori investimenti“.

Sindaco e Giunta

Una città solidale con la rivendicazione da parte del Sindaco del progetto Sprar, ovvero il sistema di accoglienza degli immigrati che è stato definito “una scelta che fa parte di una visione etica, ma che è anche una scelta intelligente e razionale“, città dell’innovazione con la volontà di rilanciare il progetto “Gubbio Scienza” e di mettere ancora di più in evidenza il settore del tessile di pregio che sta diventando una nicchia molto importante del territorio eugubino.

Ed infine città della cultura con il Sindaco che ha voluto ricordare due importanti eventi culturali del 2018: il Festival del Medioevo e la mostra “Gubbio al tempo di Giotto“, che tanto successo ha riscosso, con il primo cittadino che ha affermato di aver ricevuto una lettera di congratulazioni per la mostra da parte di un’alta funzionaria del Museo del Louvre di Parigi.

Di Ilaria Stirati – Fotografie Cronaca Eugubina

venerdì 18 gennaio 2019 - 22:30|Articoli, Politica|