Lunga fila di auto in via della Piaggiola. Alcuni cittadini: “Nelle ore di punta del traffico, è sempre così”

Qualche automobilista spazientito si è “attaccato” al clacson dell’auto, altri, raggiunta la rotatoria di via Perugina, hanno svoltato verso la nuova statale 219 Pian D’Assino sopraelevata

GUBBIO – Nel pomeriggio di venerdì 21 dicembre, alcuni cittadini hanno contattato la Redazione di Cronaca Eugubina per segnalare lunghe file di auto che si formavano all’improvviso in via della Piaggiola.

All’incirca a cominciare dalle ore 17,30, abbiamo notato che ogni 10/15 minuti via della Piaggiola si intasava di auto provenienti dalla soprastantre via Campo di Marte e viale della Rimembranza, e dalla traversa di via Frate Lupo. Alle ore 18,10, per alcuni minuti, la fila dei veicoli ha raggiunto le scalette che collegano via Carducci con via del Molino, posizionate subito dopo la discesa iniziale dall’arco di San Pietro. 

Proseguendo lungo via della Piaggiola verso la rotatoria all’incrocio con via Frate Lupo, il traffico tornava ad essere intenso in direzione della rotatoria posta all’incrocio con via Perugina. Abbiamo calcolato che, alle ore 18,30 circa, per compiere il tragitto da via della Piaggiola a via Beniamino Ubaldi, passando per le rotatorie di via Frate Lupo e via Perugina, abbiamo impiegato 9 minuti. 

Qualche automobilista spazientito si è “attaccato” al clacson dell’auto, altri, raggiunta la rotatoria di via Perugina, hanno svoltato verso la nuova statale 219 Pian D’Assino sopraelevata. Alcuni cittadini, vedendoci scattare delle fotografie in via della Piaggiola ci hanno detto che “qui, nelle ore di punta del traffico, è sempre così. Questa piccola via di Gubbio sta sopportando una mole di traffico elevata“.

Nella serata di venerdì 21 dicembre, abbiamo contattato il Comando di Polizia Locale per avere informazioni, e ci è stato risposto che non è arrivata alcuna segnalazione in questo senso da parte di automobilisti e cittadini.

Di Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina

sabato 22 dicembre 2018 - 1:46|Articoli, Cronaca|