Gubbio-Samb 0-0. Nel primo tempo Calderini colpisce la traversa, rossoblù pericolosi con Piccinni e De Silvestro

Partita con poche emozioni, per il Gubbio un passo indietro rispetto alle precedenti prestazioni. Prossimo impegno per la squadra di Galderisi sul campo della Virtus Verona il giorno di Santo Stefano

Mister Galderisi e la sua squadra

GUBBIO – Al Barbetti tra Gubbio e Samb finisce in parità (0-0). Senza gol e senza emozioni, una partita che ha regalato molti sbadigli ai pochi presenti sugli spalti. Un risultato che accontenta di più la Samb, per il Gubbio invece, un passo indietro rispetto alle precedenti prestazioni. Prossimo impegno per i rossoblù sul campo della Virtus Verona il giorno di Santo Stefano.

Le scelte

Galderisi conferma il 4-2-3-1 ma fa accomodare Casiraghi in panchina, quest’ultimo reduce da un piccolo intervento chirurgico in settimana. Quindi: Marchegiani in porta, in difesa Paolelli, Espeche, Piccinni e Pedrelli. Davanti la difesa Malaccari e Benedetti, dietro a Plescia unica punta, Casoli, Marchi e De Silvestro.

Giacomo Casoli

La Samb è invece priva di 5 elementi: Celjak, Stanco, Bove, Biondi e Di Pasquale. Roselli la schiera con un 3-5-2: Pegorin tra i pali, in difesa Gelonese, Miceli e Zaffagnini. A centrocampo Rapisarda, Rocchi, Caccetta, Signori e Cecchini, in attacco la coppia IlariCalderini.

La cronaca

Parte forte la Samb, che al 10′ mette paura al Gubbio con un tiro di Calderini dai 20 metri che si stampa sulla traversa. Prova a rispondere il Gubbio con una punizione dal limite di Piccinni (19′) deviata in corner.

Al 26′ è Calderini a provare il colpo della giornata, con un colpo di tacco che però non impensierisce Marchegiani. Queste le pochissime emozioni di un primo tempo dove le squadre si equivalgono.

Elio De Silvestro

La ripresa si apre con una palla in profondità di Pedrelli per Casoli, con l’eugubino che tira sopra la traversa. Il Gubbio continua il suo pressing, stavolta dalla destra con De Silvestro che entra in area e mette dentro: Zaffagnini in extremis sventa il pericolo. Poi succede poco, a parte un tiro di Casiraghi al 38′, che finisce tra le braccia del portiere della Samb e un presunto tocco di mano di Piccinni su un colpo di testa di Miceli (43′). Finisce 0-0.

Il tabellino

GUBBIO (4-2-3-1): Marchegiani; Paolelli (36′ st Tofanari), Espeche, Piccinni, Pedrelli; Malaccari, Benedetti (27′ st Tavernelli); De Silvestro (15′ st Battista), Marchi, Casoli; Plescia (15′ st Casiraghi).

Il saluto ai tifosi rossoblù a fine partita

A disposizione: Battaiola, Nuti, Maini, Conti M., Schiaroli, Ricci, Campagnacci, MorlandiAllenatore Galderisi

Sambenedettese (3-5-2): Pegorin; Gelonese, Miceli, Zaffagnini; Rapisarda, Rocchi, Caccetta, Signori, Cecchini; Ilari, Calderini (20′ st Russotto).

A disposizione: Sala, Di Massimo, Brunetti, Isamaj, De Paoli, Panaioli, Gemignani. Allenatore Roselli

Arbitro: Pashuku di Albano Laziale

Assistenti: Meocci di Siena-Testi di Livorno

Note: ammoniti Rapisarda (S), Malaccari (G), Gelonese (S), Casoli (G), Signori (S); angoli 7-3; Recupero tempo: 0’pt; 4’st.

Di Emanuele Giacometti – Fotografie Simone Grilli

sabato 22 dicembre 2018 - 17:13|Articoli, Sport|