I Vigili del Fuoco hanno celebrato Santa Barbara. Stirati: “Grazie del lavoro prezioso e insostituibile”

Don Pasquale Criscuolo: “I Vigili del Fuoco ci fanno capire che il lavoro è una missione. Fare il Vigile del Fuoco è un sacrificio non soltanto per gli altri, ma anche nei confronti della propria famiglia. Voi vi sacrificate, come Cristo, nella quotidianità

La Messa in Caserma

GUBBIO – E’ stata festeggiata nel pomeriggio di martedì 4 dicembre, all’interno della Caserma dei Vigili del Fuoco di Gubbio, la ricorrenza della patrona nazionale Santa Barbara, con la Messa officiata da padre Tonino Menichetti e don Pasquale Criscuolo.

Per l’occasione erano presenti le più alte cariche civili e militari della città di Gubbio, tra cui il sindaco Filippo Stirati e il Capitano dei Carabinieri Fabio Del Sette, il Luogotenente della Gualdia di Finanza Gentile, i Comandanti Tomarelli e Morganti dei Carabinieri Forestale.

Il vice comandante della Polizia Locale Capitano Massimo Pannacci, oltre ai rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri e delle Associazioni eugubine. Di fianco l’altare, era stato realizzato un Cristo stilizzato, utilizzando le scale per formare la Croce e il tubo degli idranti per il corpo.

Don Pasquale Criscuolo durante l’omelia 

Don Pasquale Criscuolo nell’omelia ha affermato: “La festa di oggi è importante per tutti coloro che dedicano la vita al lavoro e ad una missione, facciamo un esame di coscienza sulla capacità di vivere la nostra vita come una missione.

I Vigili del Fuoco ci fanno capire che il lavoro è una missione. Qual’è il significato di celebrare l’eucarestia dentro un garage come questo?

Che Dio viene incontro alla nostra vita, che vuole raggiungerci dove lavoriamo e dove ci impegniamo per gli altri. Il signore è con noi. Fare il Vigile del Fuoco, o si ha la vocazione o non si fa. E’ un sacrificio non soltanto per gli altri, ma anche nei confronti della propria famiglia. Voi vi sacrificate, come Cristo, nella quotidianità.

Quando le cose sono fatte con amore, in quel momento diventiamo testimoni. Ci date una grande testimonianza di squadra e di famiglia. Ricordiamo anche i Vigili del Fuoco che sono deceduti nel tempo“.

Il Sindaco Stirati

Quindi è stata letta la Preghiera dei Vigili del Fuoco. Sono stati consegnati dei riconoscinenti ad Antonella, Beatrice e Mario.

Il Sindaco Stirati, prendendo la parola, ha dichiarato: “E’ sempre un grandissimo piacere partecipare, saluto i Vigili del Fuoco e le loro famiglie. Con il vostro lavoro fate sentire vicinanza, con capacità di comunicare umanità alle persone più in difficoltà.

Quest’anno abbiamo sperimentato le nuove norme di sicurezza safety e security il giorno della Festa dei Ceri, ecco io posso dire di avere avuto un punto di riferimento nei Vigili del Fuoco, grazie del lavoro prezioso e insostituibile che svolgete“.

Il Capo distaccamento Primo Lupatelli

L’intervento di Primo Lupatelli 

Il Capo distaccamento Primo Lupatelli, nel corso del proprio intervento ha ricordato i Vigili del Fuoco defunti e in pensione. “Grazie al 118 con cui collaboriamo per gli incidenti nel soccorso delle persone. Sono qui presenti anche Caira e Apo impegnati nelle ricerche nei giorni del crollo del Ponte Morandi a Genova“.

Primo Lupatelli ha parlato dell’importanza degli interventi dei Vigili del Fuoco per gli incidenti stradali e soccorso persone. Si tratta dell’intervento principale da parte dei Vigili del Fuoco, con un incremento di interventi rispetto agli anni precedenti.

Vigili del Fuoco Gubbio 

In aumento anche gli interventi per gli incendi di abitazioni, mentre nel 2018 sono notevolemnte diminuiti gli interventi per gli incendi boschivi. I Vigili del Fuoco sono quotidianamente impegnati anche nell’apertura di porte di abitazioni, rimaste chiuse dall’interno per la disattenzione dei proprietari dovuta in molti casi alla frenesia della vita moderna.

Infine i Vigili del Fuoco sono stati impegnati anche nell’abbattimento di alberi per vento e maltempo, mentre durante l’estate sono state centinaia le richieste di interveto per la bonifica di insetti e calabroni. 

Di Francesco CaparrucciFotografie Cronaca Eugubina 

martedì 4 dicembre 2018 - 21:37|Articoli, Attualità|