Di Bacco: “Pian D’Assino e Contessa strade superate. Per le imprese eugubine mancano collegamenti adeguati”

L’imprenditore Pasquale Di Bacco: “Torno a ribadire un concetto espresso già tempo fa nei miei precedenti interventi a Gubbio, che senza adeguati collegamenti viari e ferroviari con il resto della Regione e con il nord e il sud del Paese a Gubbio sarà sempre più difficile fare impresa

PERUGIA – L’imprenditore eugubino Pasquale Di Bacco è intervenuto a Perugia all’iniziativa del Movimento civico “Ricci Presidente – Italia Civica“, tenutosi sabato 24 novembre alla sala Brugnoli di Palazzo Cesaroni, sul tema “Strumenti gestionali e finanziari della Regione” parlando dei problemi delle imprese eugubine e umbre per ciò che attiene i collegamenti ferroviari e stradali con il nord e il sud del Paese.

In particolare Di Bacco si è soffermato sull’importante completamento della Perugia-Ancona, che considera un’infrastruttura fondamentale per l’Italia centrale. In ogni caso, Di Bacco ha sottolineato però che la Perugia-Ancona, così come la Foligno-Civitanova spostano il baricentro dei collegamenti verso il sud del Paese senza che vi siano altrettanti e adeguati collegamenti con il nord Italia.

Di Bacco, a margine dell’iniziativa, riguardo le vie di collegamento con Gubbio ha dichiarato: “La statale 219 Pian D’Assino e la statale 452 della Contessa sono ormai da considerarsi strade vecchie e superate. La Pian D’Assino, ad esempio, è una strada buia con manto stradale sconnesso e dove non ci sono piazzole di sosta per gli automobilisti e per i mezzi pesanti.

Statale 219 Pian D’Assino

Se un mezzo pesante avesse un’avaria, sarebbe costretto a fermarsi sulla carreggiata ostruendo il traffico e creando situazioni di potenziale pericolo. Per quanto riguarda la Contessa bisognerebbe potenziarla e ammodernarla in modo tale da superare l’attuale tracciato oramai vecchio di decenni.

Torno a ribadire un concetto espresso già tempo fa nei miei precedenti interventi a Gubbio, che senza adeguati collegamenti viari e ferroviari con il resto della Regione e con il nord e il sud del Paese, a Gubbio sarà sempre più difficile fare impresa“.

Claudio Ricci, intervenendo per rispondere a Di Bacco, ha spiegato: “In Regione sono sono stati chiamati in audizione Anas e Quadrilatero per il completamento della Perugia-Ancona. Nei prossimi giorni si terrà un incontro con il Ministero dei Trasporti per affrontare l’argomento”.

Ricci ha dichiarato che per superare il nodo di Perugia occorre migliorare lo svincolo di Collestrada, il progetto è quello di una variante alle gallerie del raccordo Perugia-Bettolle, che colleghi direttamente Collestrada con Corciano.

Per la realizzazione di tale opera a quattro corsie sarebbe necessario un miliardo di euro. Si tratta di un’opera di rilevanza nazionale che si collegherebbe con la Quadrilatero e farebbe da trade union con il nord e il sud del Paese.

Di Francesco Caparrucci – Fotografie Cronaca Eugubina

domenica 25 novembre 2018 - 2:51|Articoli, Politica|