La Medusa chiude il terzo anno di attività con numeri straordinari. Il 9 dicembre a Santa Maria Nuova “Natale in Arte”

Fondamentale la partnership con il Comune di Gubbio e gli Uffici preposti alla cultura e al turismo. più di 70 artisti trattati nel corso del 2018, tra personali, bi-personali e mostre tematiche e collettive, importanti collaborazioni con noti critici d’arte come Giammarco Puntelli

La Medusa, attività didattiche

GUBBIO – Mostre d’arte contemporanea, importanti collaborazioni, ma soprattutto la gestione di alcuni tra i Musei più caratteristici della città, queste alcune delle attività che hanno caratterizzato il 2018 per l’Associazione Culturale La Medusa.

Polo Museale Diocesano, Palazzo del Bargello e Museo della Ceramica a Lustro tra le strutture gestite dall’Associazione, più di 70 artisti trattati nel corso del 2018, tra personali, bi-personali e mostre tematiche e collettive, importanti collaborazioni con noti critici d’arte come Giammarco Puntelli.

Fondamentali le collaborazioni con le istituzioni locali e le associazioni come quella con le Associazioni Host ed Iridium, che ha portato alla realizzazione della mostra Gubbio Brick Art che ha registrato oltre 17.000 visitatori, strizzando ovviamente l’occhio alle famiglie e ai più piccoli.

I ragazzi delle associazioni Host e La Medusa

Ed ancora, sempre con le Associazioni Host ed Iridium, la collaborazione per la creazione del cartellone di eventi collaterali alla Mostra Mercato del Tartufo bianco, denominati “Gubbio, terra di tartufo”, coinvolgendo una squadra blogger che hanno registrato un numero incredibile di interazioni legati alla città, nel mondo dei social.

Di grandissimo prestigio la compartecipazione alla mostra “Gubbio al tempo di Giotto”, di cui il Museo Diocesano rappresentava una delle tre sedi di mostra, e che ha registrato numeri incredibili, superando le 27.000 presenze, un evento dall’altissimo profilo scientifico e culturale, per il quale l’Associazione ringrazia vivamente i curatori e i promotori.

Fondamentale la partnership con il Comune di Gubbio e gli Uffici preposti alla cultura e al turismo, cosi si arriva anche alla mostra “Così con un bacio io muoio – Romeo e Giulietta di Franco Zeffirelli”, ospitata alla Chiesa di Santa Maria dei Laici, che sarà aperta al pubblico fino al 6 gennaio, e che ha registrato ad oggi, oltre 5.700 presenze.

A Santa Maria Nuova invece verrà allestita la mostra collettiva Natale in Arte, che verrà inaugurata il 9 dicembre e sarà aperta al pubblico anch’essa fino ad anno nuovo. Tante le iniziative dunque, mesi intensissimi di lavoro e programmazione e tanti nuovi giovani associati che si sono uniti alla squadra nel corso del 2018.

L’attività didattica 2018/2019 dell’Associazione

Elisa Polidori e Carmela De Marte

Importante è l’attività didattica legata ai Musei e non solo per l’associazione Culturale La Medusa.

L’anno scolastico 2018/2019, oltre ai consueti laboratori didattici legati alle collezioni diocesane, come il laboratorio della tecnica dello spolvero, che ha avuto notevole successo, e gli approfondimenti sulla storia dell’arte locale, prevede inoltre la possibilità di scegliere attività alternative e meno consuete, come quelle teatrali, con la compagnia MalaUmbra Teatro.

E laboratori dedicati al vetro artigianale ed artistico, in collaborazione con il maestro Ezio Procacci.

Fotografie Cronaca Eugubina 

venerdì 23 novembre 2018 - 5:27|Articoli, Cultura e Spettacolo|