Fiorucci fornisce i dati sul turismo a Gubbio. Da gennaio a settembre 81.100 arrivi e 183.600 presenze

Nello Fiorucci: “Questi risultati sono il frutto di diversi fattori. Fra questi va sottolineata la crescente capacità degli operatori turistici di collaborare fra loro e con l’amministrazione comunale su specifici progetti di promo-commercializzazione di offerte di sistema e nell’organizzazione di eventi specificamente costruiti per intercettare particolari segmenti di domanda

Stirati e Fiorucci con i ragazzi delle Associazioni Host e La Medusa

GUBBIO – A margine della conferenza stampa di presentazione della 37° edizione della Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco e dei prodotti enograstronomici del territorio, l’assessore al turismo Oderisi Nello Fiorucci ha reso noti a Cronaca Eugubina i dati sull’andamento dei flussi turistici a Gubbio nei mesi di agosto e settembre 2018.

Il turismo a Gubbio gode ottima saluteha spiegato l’assessore Nello Fioruccicome rivelano i risultati di riscontro. Il mese di agosto ha visto arrivi e presenze crescere rispettivamente del 10,3% e 7,1% sul 2017, mantenendosi sugli stessi livelli del 2015.

Ancor meglio il mese di settembre, con un aumento degli arrivi del 10,2% e delle presenze dell’1,7% sul 2017, mentre sul 2015 il trend positivo è ancor più evidente con una crescita dell’8,5% negli arrivi e del 9,6% nelle presenze.

Escludiamo come anno di riferimento il 2016, in quanto ‘anomalo’ poiché i primi otto mesi erano stati straordinari in termini di boom turistico, seguiti però dal drammatico calo dei flussi nella seconda parte dell’anno, a causa dell’effetto mediatico seguito ai terremoti che colpirono la Valnerina e i territori confinanti di Lazio e Marche.

Anche una prima analisi del periodo gennaio-settembre conferma il buon andamento della domanda turistica attratta dal territorio di Gubbio. Con 81.100 arrivi e 183.600 presenze si registra una crescita in doppia cifra degli arrivi sul 2017 (+18%) e, comunque, un più che incoraggiante risultato sulle presenze (+ 8,7%). Anche rispetto al 2015 il trend positivo risulta evidente con un 7% di crescita degli arrivi e del 3,4% delle presenze.

Oderisi Nello Fiorucci

Questi risultati sono il frutto di diversi fattori. Fra questi va sottolineata la crescente capacità degli operatori turistici di collaborare fra loro e con l’amministrazione comunale su specifici progetti di promo-commercializzazione di offerte di sistema e nell’organizzazione di eventi specificamente costruiti per intercettare particolari segmenti di domanda come, ad esempio, la mostra ‘Gubbio Brick Art’ diretta ad attrarre le famiglie con bambini a seguito.

Significativo anche il contributo della mostra “Gubbio al tempo di Giotto”, fortemente voluta da questa amministrazione che ha sicuramente attratto un turismo motivato e di qualità.

Siamo anche convinti che il mese di ottobre vedrà numeri straordinari, visto il successo del ‘Fia Hill Climb Masters’ e il lancio del nuovo format della tradizionale ‘Mostra nazionale del tartufo bianco’, pensato in collaborazione stretta fra Comune e Comunità Montana ‘Alta Umbria’ e le associazioni di operatori turistici Host e Iridium e l’associazione culturale ‘La Medusa’”.

Foto e video Cronaca Eugubina 

sabato 27 ottobre 2018 - 5:31|Articoli, Politica|