Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

In Basilica lo spettacolo “Al tramonto, le allodole” sulla vita di San Francesco. Regia di don Mirko Orsini

Il Presidente Fabio Mariani: “Abbiamo voluto portare la Festa legata all’Università dei Muratori nella Basilica perché Sant’Ubaldo è il nostro protettore, mentre la nostra Chiesa è dedicata a San Francesco della Pace. Quindi questo luogo rappresentava il connubio tra San Francesco e Sant’Ubaldo

GUBBIO (F.C.) – Lunedì 10 settembre, presso la Basilica di Sant’Ubaldo, è andato in scena lo spettacolo teatrale realizzato dal Gruppo Teatrale ‘Carlo Nardelli, intitolato “Al tramonto, le allodole“, nato da un’idea di Carlo Nardelli e don Mirko Orsini, che ha curato anche la regia.

Questo spettacolo rientra nelle iniziative organizzate per il 400° anniversario della concessione all’Università dei Muratori della Chiesa di San Francesco della Pace. L’Università dei Muratori, infatti, all’epoca fece domanda al Comune per ingrandire la piccola Cappella esistente, che il 30 giugno 1618 è stata concessa per poter costruire la piccola Chiesa dedicata a San Francesco e intitolata San Francesco della Pace.

Questo spettacoloha affermato don Mirko Orsini a Cronaca Eugubinarappresenta le tre fasi della  vita di San Francesco sotto tre abiti: quello ricco quindi la sua giovinezza, l’armatura quindi il periodo della guerra e la conversione e il saio quindi la sua venuta a Gubbio e la vita religiosa.

Sono dei flash della vita di San Francesco, in uno spettacolo che vede nella storia anche la presenza di una bambina, alla quale ho dato una mia interpretazione, chiunque vede lo spettacolo può dare una sua libera interpretazione della figura di questa bambina.

Il significato dello spettacolo consiste nel fatto che chiunque può seguire il cammino di San Francesco ed essere chiamato alla santità. Ognuno di noi nonostante la propria condizione e le cadute, rialzandosi si può seguire il Signore, come ha fatto Francesco, ma anche Sant’Ubaldo, donando le ricchezze ai poveri e servendo il popolo, che con le loro vite hanno mostrato come si vive il Signore.

Lo spettacolo rientra all’interno delle celebrazioni del 400° anniversario della Chiesa di San Francesco della Pace all’Università dei Muratori, uniamo la Chiesetta dei Muratori dedicata a San Francesco e Sant’Ubaldo che è il protettore dell’Università dei Muratori. Un’unione che si concretizza in questo spettacolo che rappresenta San Francesco davanti a Sant’Ubaldo in Basilica“.

Il Presidente dell’Università dei Muratori, Fabio Mariani, a Cronaca Eugubina: “Quando abbiamo pensato a questo spettacolo, abbiamo pensato di fare qualcosa legato a San Francesco e a Sant’Ubaldo, probabilmente l’arrivo a Gubbio di San Francesco è dato anche dalla santità di Sant’Ubaldo.

Quindi abbiamo realizzato lo spettacolo del Gruppo Teatrale ‘Carlo Nardelli’ qui in Basilica, per rimarcare anche il fatto che martedì si svolgono le celebrazioni per la Festa della Traslazione di Sant’Ubaldo.

Abbiamo voluto portare la Festa legata all’Università dei Muratori nella Basilica perché in fondo Sant’Ubaldo è il nostro protettore, mentre la nostra Chiesa è dedicata a San Francesco della Pace e quindi questo luogo rappresentava il connubio tra San Francesco e Sant’Ubaldo“.

Inoltre, nella giornata di martedì 11 settembre, si svolgeranno le celebrazioni per la Traslazione del Corpo di Sant’Ubaldo.

Di Ilaria StiratiFotografie Cronaca Eugubina 

martedì 11 settembre 2018 - 0:12|Articoli, Cultura e Spettacolo|