Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Notte Bianca dello Sport a Gubbio. Una serata all’insegna di sport, musica, solidarietà e cultura

Una serata di sport, musica, solidarietà con la presenza sotto le Logge degli stand Avis, Comitato per la Vita Daniele Chianelli e Amici del Cuore, ed infine cultura con lo stand del Polo Liceale Mazzatinti e della Biblioteca Sperelliana

Associazione Centro Sociale San Pietro

GUBBIO (F.C.) – E’ stata una bella serata di sport quella che si è svolta ieri (venerdì 31 agosto) con l’ottava edizione della Notte Bianca dello Sport, organizzata dall’Associazione Leukos.

Nelle vie e nelle piazze del suggestivo centro storico di Gubbio si sono radunate le principali realtà sportive della città, che hanno dato ai tanti bambini e ragazzi presenti la possibilità di provare le differenti discipline e avvicinarli a quelle che sono meno conosciute.

Non solo sport, ma anche musica nelle Piazze, grazie alle lezioni di spinning alla presenza dell’Associazione Centro Sociale San Pietro e ai Dj in Piazza Quaranta Martiri, solidarietà con la presenza sotto le Logge degli stand Avis, Comitato per la Vita Daniele Chianelli e Amici del Cuore, ed infine cultura con lo stand del Polo Liceale Mazzatinti e della Biblioteca Sperelliana.

Simulatore di caduta libera

La novità di quest’anno è stata l’attrazione situata al centro di Piazza Quaranta Martiri, vale a dire il simulatore di caduta libera, inaugurato durante l’apertura della manifestazione dal vice presidente dell’Associazione Leukos Luigi Rosetti. In tutta Europa esistono solamente tre mezzi di questo genere e quello protagonista a Gubbio proveniva dalla Francia.

L’iniziativa è stata inaugurata alla presenza del sindaco Filippo Mario Stirati, dell’assessore allo sport Gabriele Damiani e con l’esibizione in Piazza Quaranta Martiri degli Sbandieratori di Gubbio.

Durante l’apertura Stirati ha sottolineato: “Noi vogliamo fare di Gubbio la città dello sport, è uno degli obiettivi strategici perché crediamo nei valori dello sport sotto il profilo della coesione sociale, dell’amicizia dell’incontro soprattutto tra i giovani.

Corso Garibaldi

Crediamo nello sport anche come strumento di promozione turistica quindi riteniamo che fare di Gubbio una città di questo tipo sia un fattore di grande traino per lo sviluppo del nostro tessuto sociale ed economico“.

Mentre l’assessore Damiani ha dichiarato: “È l’ottavo anno consecutivo che l’associazione Leukos porta avanti questa manifestazione che è complessa nell’organizzazione.

Noi come sempre abbiamo dato un supporto di tipo economico e logistico perché riteniamo che questa manifestazione sia in grado di esprimere tantissimi valori positivi, e porta alla città benessere e rivitalizza il nostro centro storico“.

Di Ilaria Stirati – Fotografie Simone Grilli

sabato 1 settembre 2018 - 11:52|Articoli, Sport|