Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /var/www/vhosts/cronacaeugubina.it/httpdocs/wp-content/themes/Avada/includes/lib/inc/class-fusion-images.php on line 204

Il Sindaco Stirati: “Esprimo apprezzamento per questo lavoro, se una nazione ha una grande scuola tutto si può affrontare in maniera più semplice. Vi faccio sentire vicine le istituzioni

GUBBIO (F.C.) – Oggi pomeriggio (venerdì 1° giugno), presso la sala ex Refettorio della Biblioteca Sperelliana, si è tenuta la presentazione del libro “I bambini raccontano…” promossa dalla Scuola dell’Infanzia di Semonte.

Il programma ha previsto il saluto del sindaco Filippo Stirati e gli interventi di Raniero Regni (ordinario di Pedagogia sociale, Dipartimento di Scienze umane, LUMSA-Roma) e di Valeria Ruspi (Logopedista).

La Scuola dell’Infanzia di Semonte, già da  molti anni, promuove il “progetto lettura” a  cura delle insegnanti Anna Rita Belardi, Daniela Lupatelli, Sabrina Maurizi, Sabina Venturi, che vede insegnanti e bambini coinvolti in un “viaggio” attraverso racconti, storie, fiabe che stimolano la fantasia di grandi e piccini, ne arricchiscono il lessico e avvicinano tutti al fantastico mondo dei libri.

Quest’anno la scuola ha voluto dare un contributo maggiore al “progetto lettura”, scrivendo un libro dove sia i racconti sia le illustrazioni sono stati ideati direttamente dai bambini. Il risultato è questa raccolta capace di scaldare il cuore dei lettori.

“I bambini raccontano…”

L’insegnate Sabina Venturi ha spiegato in apertura che i bambini nascono con l’amore per la lettura, ma devono essere le famiglie a incoraggiarli.

Con riferimento al volume, l’insegnante ha detto: “Si tratta di storie semplici nate dalla fantasia dei bambini. Anche i disegni sono semplici. Ora i bambini si rendono conto del libro, del fatto che lo hanno fatto loro“.

Il sindaco Filippo Stirati ha affermato: “Esprimo apprezzamento per questo lavoro, se una nazione ha una grande scuola tutto si può affrontare in maniera più semplice. La lettura porta alla libertà, da riconquistare attraverso la curiosità. Vi faccio sentire vicine le istituzioni. Se la comunità tiene nei valori di fondo allora c’è speranza“.

Il professor Raniero Regni ha spiegato: “Ho visto il libro, e devo dire che c’è sempre un piacere materiale a vedere il prodotto finito. Vedo sempre positivamente i genitori che fanno un passo indietro e fanno parlare i bambini. La fatalità dell’infanzia, significa che ciò che accade nell’infanzia è per sempre. Freud disse che l’anno più importante della vita è il primo…“. 

Il sole coraggioso

Tra tutte le storie raccontate nel libro, abbiamo deciso di pubblicare integralmente quella intitolata “Il Sole coraggioso“.

C’era una volta, in un cielo sereno, un sole felice e spensierato. All’improvviso arrivarono tante nuvole che sembrava lo volessero soffocare e iniziò a piovere forte forte con tuoni e lampi. 

Il sole si nascose sopra le nuvole perché aveva tanta paura: tremava e piangeva. Ad un certo punto, sentì un uccellino piangere, si affacciò da un buchino tra le nuvole e vide un povero merlo nel suo nido.

La sua mamma era disperata a terra perché non riusciva a salire, aveva le ali bagnate, sentiva il suo piccolo merlo piangere e non sapeva cosa fare. 

Allora il sole, che vide la scena, cercò di aiutarli: prese coraggio, si gonfiò tanto tanto, iniziò a soffiare calore e fece allontanare le nuvole. Smise di piovere. Improvvisamente sulla terra apparve una bellissima e calda giornata. La mamma dell’uccellino si asciugò la piume delle ali e riuscì a salire nel suo nido vicino al figlioletto. 

I fiorellini, per festeggiare il sole che aveva avuto buon cuore e aveva donato calore, si aprirono. Anche l’amico arcobaleno si unì a loro contribuendo a far diventare un mondo colorato“.

Fotografie Cronaca Eugubina