Nel 2018 la XXVII Biennale di Scultura e la Mostra Internazionale “Le arti a Gubbio prima e dopo Giotto”. Ancillotti: “La nostra città è luogo amato”

Per quanto riguarda il 2018, oltre alla conferma del Festival del Medioevo, verranno organizzate importanti iniziative tra cui la XXVII Biennale di Scultura (2018-2019) e la Mostra InternazionaleLe arti a Gubbio prima e dopo Giotto

GUBBIO (F.C.) – Come è stato più volte ribadito, non è stato un anno facile per il settore cultura della città di Gubbio, dovuto in particolare alla mancanza di risorse economiche.

Tuttavia, Gubbio è stata protagonista di numerose iniziative culturali che hanno dato ancora più lustro e valore alla città di pietra, con l’assessore Augusto Ancillotti che, contattato telefonicamente da Cronaca Eugubina, ha fatto un elenco di tutte le attività culturali svolte.

Innanzitutto, parlando di attività svolte al fine della costruzione di un brand Gubbio possiamo citare il Festival del Medioevo, giunto alla terza edizione, le rassegne letterarie Premio Campiello presentazione della Cinquina; Il Viaggialibro; senza dimenticare ArtBonus che ha visto tra il 2016 e il 2017 il restauro di una decina di opere.

Le mostre al Museo Civico di Palazzo dei Consoli, tra cui la mostra fotografica di Maurizio BiancarelliInsieme per i Sibillini“, la progettazione di uno spazio multimediale dedicato all’illustrazione dei contenuti delle Tavole Iguvine e le rassegne musicali Gubbstock, Gubbio Summer Festival, OltreFestival, Gubbio No Borders.

Nell’ambito delle attività per la promozione culturale della comunità vanno citate le attività culturali organizzate nel refettorio e nel chiostro di San Pietro, il ciclo di conferenze nelle frazioni su temi legati ai luoghi, tenute da esperti e rivolte alla popolazione, l’apertura dell’Archivio storico comunale, l’attivazione del centro di documentazione e studio sulla Festa dei Ceri, le iniziative legate alle celebrazioni dei Ceri sul Col di Lana e le collaborazioni con il Museo di Palazzo Ducale e l’Associazione La Medusa.

Inoltre non bisogna dimenticare le attività del Teatro Comunale “Ronconi e quelle nell’ambito delle relazioni con le Università, ad esempio l’attivazione dei corsi della Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte e la predisposizione della Sede per i Master dell’Università Lumsa di Roma.

I progetti per il 2018

Per quanto riguarda il 2018, oltre alla conferma del Festival del Medioevo, verranno organizzate importanti iniziative tra cui la XXVII Biennale di Scultura (2018-2019), la Mostra Internazionale Le arti a Gubbio prima e dopo Giotto (7 Luglio – 7 ottobre 2018), il completamento del restauro delle opere (Polittico di Mello da Gubbio e grande Crocefisso) nell’ambito del progetto ArtBonus, nonché il mantenimento e prosecuzione di tutte le attività culturali sinora realizzate.

Il commento dell’assessore Ancillotti 

Per il settore della culturaha dichiarato l’assessore Ancillotti a Cronaca Eugubinaè stato un anno difficilissimo dal punto di vista finanziario, perché come tutti sanno abbiamo dovuto lavorare con un bilancio ridotto. Tuttavia, quello che siamo riusciti a organizzare quest’anno è stato un miracolo, reso possibile da ciò che trasmette la parola Gubbio.

Questa è una forza e una fortuna per noi perché la nostra città è luogo amato, ambito, non a caso il Festival del Medioevo si svolge qui, non a caso gli artisti hanno il piacere di esporre le proprie opere qui o gli attori hanno il piacere di recitare nella nostra città.

Purtroppo anche nel 2018 dovremo lavorare con un bilancio ridotto, ma comunque abbiamo in programma eventi e mostre di caratura internazionale, iniziative che sono il frutto di anni di lavoro. Sicuramente nonostante le poche risorse anche nel 2018 si vedranno i risultati del nostro lavoro“.

Di Ilaria Stirati – Fotografie Cronaca Eugubina

mercoledì 10 gennaio 2018 - 11:14|Articoli, Cultura e Spettacolo|